torna all'Home page
Ballet Class
Una nuova rivoluzionaria app per il tuo iPhone
Un nuovo prodotto di Balletto.net
login

lo shop di danza
Pantalone sudatorio lungo € 31.00
Tips
Se vuoi segnalare ad un amico un articolo pubblicato su Balletto.net clicca sull'immagine presente in fondo ad ogni articolo.

mostra un altro Tip

cerca una scuola



inserisci o modifica la tua scuola
LA PROPRIOCEZIONE: il “sesto senso” che aiuta a danzare al meglio e in sicurezza (14-1-2017) A cura di FT Sara Benedetti, FT Romeo Cuturi, FT Eva Fasolo

Sostenere un arabesque in punta per alcuni secondi, atterrare precisamente nello stesso punto del palco ad ogni gran jetés richiesto dalla coreografia, mantenere l’equilibrio di continuo durante una complessa serie di passi mentre in scena le luci continuano a modificarsi e ancora,... [segue]

mani?

Lago dei Cigni - Teatro dell'Opera di Roma

PETRA CONTI & ERIS NEZHA

Nureyev

palcoscenico sala ballo camerino bacheca
T
h
r
e
a
d
Wolfgang® Ven 20/1/2017, 19:28
''Romeo e Giulietta'' su RAI5 il 15/1/2017
Ho trovato la Copeland, tanto a teatro quanto in TV, di una leggerezza e dolcezza straordinarie, nonostante temessi un "bluff". La tonicità muscolare (che peraltro altre ballerine possiedono: vedi certi deltoidi scolpiti) non le ha certo impedito di portare in scena una Giulietta memorabile per squisitezza tecnica e sentimenti scoperti.

P.S. Bolle e Copeland: averne interpreti così... poi per carità, i gusti sono gusti.


rispondi a questo messaggio
  messaggio di riferimento:
Ronde® ha scritto:

Bolle sarà anche il primo Testimone della omonima trasmissione di Pif in tarda serata. Non ricordo in che giorno però.
Quanto a Copeland, è una ballerina con fisico molto tonico e muscoloso per cui mi ha dato l'impressione che avesse un movimento più adatto a un qualcosa di meno lirico. Bravi, per carità, ma sia per lei che per Bolle per me Romeo e Giulietta non sono i ruoli a loro più congeniali.



dal nostro archivio

Revelations

pubblicato il 4-10-2006

Revelations 31 GENNAIO 1960
ALVIN AILEY AMERICAN DANCE THEATRE, New York
balletto in tre sezioni
Cor. Alvin Ailey; mus. religiosa e folkloristica afro-americana, scene e cost. Ves Harper; luci Nicholas Cernovich


La creazione è diventata la cifra distintiva della produzione di Ailey al punto che la compagnia da lui fondata, l’Alvin Ailey American Dance Theatre, è solita chiudere i suoi spettacoli con questo pezzo. La coreografia, tutta incentrata sulla cultura dei neri, illustra visivamente con immagini armoniose e di grande teatralità le emozioni e i sentimenti sprigionati da diversi pezzi di musica tratta dal folklore afro-americano, prevalentemente canti derivati dal blues nelle sue varie accezioni: spiritual, gospel, espressioni di dolore, di ottimismo, di anelito per la libertà.
Il balletto è diviso in tre sezioni: Pilgrim of Sorrow; Take me to the Water; Move, Members, Move. In esse sono di scena sia gli aspetti della vita degli afro-americani sia i tratti che accomunano le loro personalità e i loro modi di sentire e di esprimersi: l’ottimismo, la profonda religiosità, la sensualità, la rabbia, l’energia.

La prima parte, tutta in giallo, marrone e sfumature neutre su fondali scuri, blu e violacei, illustra il rapporto che una comunità nera ha comunemente con la religione e... [segue]


leggi altri articoli
news | articoli | interviste | storia | trame | personaggi | il teatro | curiosità
Gennaio 2017
L M M G V S D
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     
Compleanni
Gennaio
L M M G V S D
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031
Feelings

Gli umori della Community
Almanacco

cerca data :: cerca parola
scrivici - pubblicità - la redazione - i numeri della Community - disclaimer - regolamento della Community   
  Balletto.net Snc Tutti i diritti riservati  P.IVA 04097780961