Home

2 Altri accessori

A cura di Caroline Westcombe

Preparare le scarpe da punta

26 Ago
2017
13:29

L’uso degli elastici

L’elastico è un accessorio usato da quasi ogni ballerina che conosco. In molti casi è un salvavita!

Si cuce un elastico all’estremità della scarpina da punta (dove sarà il tallone), come se avessimo una scarpa da mezzapunta.
Si misura cioè un pezzo di elastico sufficientemente lungo da arrivare da un lato all’altro della caviglia.
Quindi, si posizionano le estremità dell’elastico sulla cucitura interna della scarpa, all’altezza del tallone, e si fissano cucendo bene.

Si infilerà la scarpa passando all’interno dell’elastico, per poi eseguire l’allacciatura dei laccetti di raso. Questo dell’elastico sarà un altro modo per essere sicure di non poter mai perdere la scarpina!

 

Con un altro tipo di elastico, meno spesso e molto più morbido, è possibile aiutare quelle ballerine con il collo del piede alto.
L’elastico di cui parlo è chiamato in Inghilterra “Vamp Elastic”, in quanto viene cucito sopra la Vamp (ossia l’apertura della scarpa, all’altezza della mascherina).

Si posiziona l’elastico all’interno dell’apertura della scarpina (sotto la cucitura interna della mascherina), e se ne cuciono i due lati.
È consigliabile usarne uno color carne o rosa, in modo che l’elastico non sia visibile e quindi non comprometta la linea del piede, come questo:

elastico

 

Come ammorbidire o “smollare” la scarpina

Ci sono vari modi per “smollare” le punte, evitando così di fare troppo rumore mentre si balla:
- usare un martello, prima di infilare la scarpa ovviamente!
- usare il vapore;
- versare della colla sulla soletta e all’interno della punta della scarpina (per non renderla poi troppo morbida);
- tagliare la soletta lasciando più libero il tallone;
- inumidire la scarpina, indossata, con alcool, per farle prendere la forma del piede.

 


scarpette da punta Questi sono soltanto alcuni modi di preparare le punte prima dell’uso.
Forse vale la pena di raccontare anche quello di Alessandra Ferri, che si aiuta con una porta!
Si inserisce la scarpa, dalla parte del tallone, nello spazio che si forma aprendo
una porta, all’interno delle cerniere, tra porta e muro: una volta che la scarpa è dentro, si apre e chiude la porta più volte, facendo sì che il peso della porta “smolli” la scarpetta.

×