Home

1 Informazioni teoriche generali

a cura di Salvatore Mancinelli

Illuminotecnica teatrale

5 Set
2017
08:49

La luce è energia costituita da onde elettromagnetiche che si propagano nello spazio che ci circonda, ed è visibile solo quando colpisce un ostacolo e la riflessione sullo stesso eccita il nostro occhio dando luogo al fenomeno della visione.

Le onde elettromagnetiche sono caratterizzate da due parametri fondamentali:
- frequenza: numero delle oscillazioni ondulatorie nell'unità di tempo (cicli - Hertz/secondo)
- lunghezza d'onda: distanza tra due creste o tra i punti d'inizio delle fasi ascendenti.

Per convenzione, nel trattare la luce è generalmente usato il parametro della lunghezza d'onda, espresso in nanometri (miliardesima parte del metro).

La parte dello spettro elettromagnetico compresa tra circa 380 e 780 nm è la parte visibile, cioè la luce, e la miscela di queste lunghezze d'onda ci appare bianca. In realtà 380 e 780 nm rappresentano i confini del visibile entro i quali, con lunghezze d'onda determinate, sono presenti luci colorate monocromatiche, come in fig. 2.

L'intervallo fra le lunghezze d'onda di ogni colore rappresenta la purezza/saturazione e il passaggio sfumato e sovrapposto al colore adiacente.

×

Ti serve aiuto?
Consulta la Guida utente o Contattaci!

Accedi

User menu