Home

2.2 Parti generiche del teatro 2

A cura di Anacleto Chiodi con la collaborazione di Leila Corio e Francesca Gemelli

Scenotecnica teatrale

26 Ago
2017
16:54

SIPARIO
Elemento prevalentemente in velluto ricco (abbondante, con pieghe) che divide la sala dal palcoscenico.

Sono in uso vari tipi di sipari: all’italiana, tedesco, francese, greco, sipari moderni azionati elettricamente.

Sipario all’italiana: si apre al centro, con due corde centrali a una altezza di 2 metri che, terminando alla sommità e passando attraverso una fila di anelli, alzano il sipario fino a lasciare libero il boccascena mobile.
Sipario alla tedesca: si alza verticalmente ed è fermato a uno stangone a mezzo di corde che, avvolgendosi su un tamburo, porta in soffitta il sipario (e qualunque altro elemento da soffitta).
Sipario alla francese: usa i movimenti del sipario all’italiana per l’apertura e alla tedesca per il sollevamento da terra; i due movimenti sono eseguiti contemporaneamente da un comando unico.
Sipario greco: il sipario è diviso a metà e l’apertura è permessa dallo scorrimento su due strade a doppio binario; il siparista apre e chiude il sipario e il movimento del sipario è lo stesso di quello di una tenda da finestra.

 

fig.19 All'italiana
fig.19 In Germania
fig.19 Alla francese
fig.19 In Grecia
×

Ti serve aiuto?
Consulta la Guida utente o Contattaci!

Accedi

User menu