Home

1 Polpaccio e coscia

A cura di Lorenzo Pennè

Lo stretching

4 Set
2017
19:32

Abbandonando la teoria, vediamo in pratica i principali esercizi che un ballerino si trova a svolgere prima e dopo la sua attività.

 

Stretching del polpaccio

Il muscolo del polpaccio (gastrocnemio) ha due funzioni: la principale è quella di estendere il piede verso il basso, la seconda di flettere il ginocchio.
Per eseguire lo stretching più efficace è sufficiente far compiere al polpaccio i due movimenti inversi, estendere il ginocchio e flettere il piede verso l’alto.

stretching polpaccio scorretto  

Posizionarsi di fronte alla sbarra appoggiandovi le due mani, tenersi
a una distanza tale da permettere al corpo di inclinarsi in avanti.

     
stretching corretto del polpaccio   Tenere una gamba tesa e mettere la seconda gamba in cou-de-pied
(come mostrato dalla figura) e, facendo attenzione a non alzare il tallone da terra, stare in questa posizione per alcuni secondi.
La tensione viene avvertita sotto il ginocchio, cioè dietro la gamba.

 

 

Stretching delle coscia (quadricipide)


stretching scorretto della coscia
 

Il muscolo della coscia (quadricipide) ha due funzioni: la prima è quella
di estendere il ginocchio e la seconda flettere (piegare) l’anca causando il sollevamento della coscia.

 

A sinistra vediamo la posizione scorretta

     
allungamento quadricipide  

Anche in questo caso è necessario far compiere i movimenti contrari
per ottenere il miglior risultato. La postura migliore è, quindi, quella con l’arto perpendicolare al pavimento, come evidenziato nella foto.

In questo caso la tensione verrà avvertita dal ginocchio fino a metà coscia.

 

 

Per ottenere l’allungamento del retto del femore (parte del muscolo quadricipite) si “iperestende” la coscia come nella foto a destra.

In questo caso la tensione si avvertirà più verso il bacino.

 
allungamento retto del femore
×

Ti serve aiuto?
Consulta la Guida utente o Contattaci!

Accedi

User menu