BOLSHOI BALLET ACADEMY

1.1 Teatro greco

A cura di Anacleto Chiodi con la collaborazione di Leila Corio e Francesca Gemelli

Scenotecnica teatrale

In un primo tempo, nel teatro greco sono presenti i tre elementi basilari dello spettacolo, a cui corrispondono semplici e distinte strutture architettoniche: al pubblico la cavea, agli attori il palcoscenico circolare.

Poi, in un secondo tempo, il palcoscenico diviene di forma rettangolare con una profondità media dai 5 ai 7 metri, larghezza fino a 30-35 metri, chiuso da un muro verso il fondo con porte che permettono l’accesso al sottopalco destinato al deposito di macchine teatrali e a spogliatoio per gli attori. Il palco è rivolto in modo tale da avere il sorgere del sole a destra e il tramonto a sinistra, avendo così la possibilità di sfruttare la luce solare per l’illuminazione dello spettacolo che dura anche per l’intera giornata.

La cavea ha solitamente forma di tronco di cono ed è ricavata dal pendio naturale delle colline o di buche al fine di sfruttarne la pendenza. Le gradinate per gli spettatori cingono l’orchestra per più di mezzo perimetro e hanno una pedata di circa 70 cm e una alzata di circa 35 cm.

  • fig.1 Forma del teatro greco
    fig.1 Forma del teatro greco
  • fig.2 Teatro di Dionisio
    fig.2 Teatro di Dionisio
  • fig.3 Teatro di Siracusa
    fig.3 Teatro di Siracusa
  • fig.4 Teatro di Epidauro
    fig.4 Teatro di Epidauro