torna all'Home page
Ballet Class
Una nuova rivoluzionaria app per il tuo iPhone
Un nuovo prodotto di Balletto.net
login

lo shop di danza
Body modello manica lunga € 26.90
Almanacco
Accadde oggi

non ci sono eventi in questa data

cerca data :: cerca parola
Compleanni
Luglio
L M M G V S D
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
spettacoli stages audizioni varie
lista spettacoli
aggiungi modifica cancella


29 Aprile 2017



spettacoli

< Aprile >
L M M G V S D
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Danza Excelsior



Professionisti affermati e giovani talenti italiani ed europei si esibiranno al Teatro dei Rinnovati nelle giornate del 28/29/30 aprile in quello che, da sette anni a questa parte, si conferma un evento di altissimo livello: Danza Excelsior.. Il programma proposto spazia dal classico al contemporaneo.
La serata di apertura, venerdì 28 aprile ore 21.15, è affidata alla coreografa pugliese Roberta Ferrara e alla sua compagnia Equilibrio Dinamico, in scena con il lavoro Confini Disumani. A seguire nella stessa serata, la nuova creazione di Irene Sgobbo, Uno, nessuno, centomila. La coreografa è vincitrice dell’edizione 2017 di Ba.N.Co, Bando nuovi coreografi.
Sabato 29 aprile, sempre alle ore 21.15, saranno protagonisti Simon Feltz e Alejandra Balboa, vincitori del prestigioso Certamen di coreografia di Burgos (Spagna), l’italo americano Sasha Riva e la giapponese Yumi Ayzawa, entrambi danzatori del corpo di ballo del Grand Theatre de Genève (Svizzera) e infine Lorenzo Agelini, del Nationaltheater di Manneheim (Germania) in compagnia della danzatrice turca Ceren Yavan Wagner, dell’ensemble del Theater Ulm (Germania).
La chiusura di Danza Excelsior, domenica 30 aprile alle ore 17.00 è affidata alla nuova produzione del Balletto di Siena, Notre Dame de Paris. Sulle musiche di Riccardo J. Moretti, ancora una volta prezioso collaboratore di una produzione firmata Marco Batti, i talentuosi danzatori della compagnia senese narreranno la forza, la tenerezza, la crudeltà e l’amore di un mondo in lotta fra il bene e il male.
In una catena ininterrotta di assoli, passi e due a scene corali lo spettatore sarà catturato e condotto attraverso le trame di una storia senza tempo, dove incontrerà la giovane e seducente gitana Esmeralda, un potente e manipolatore arcidiacono, Frollo, l’ambiguo capitano delle guardie di Parigi Phoebus, e colui che tutti conoscono come il gobbo di Nostre Dame, il commovente Quasimodo.
Danza Excelsior è inserita nella stagione di danza dei Teatri di Siena, organizzata dal Comune di Siena e Fondazione Toscana Onlus.





Questo evento è collegato alla scuola Ateneo della Danza A.S.D.
dove:
Siena Teatro dei Rinnovati Piazza del Campo
info:
Per informazioni e prenotazioni:
Coop. Sportiva Dilettantistica a.r.l. Ateneo della Danza
Piazza Maestri del Lavoro 31 – Siena
Tel. 0577/222774 segreteria@ateneodelladanza.it

consigliato da Ateneo della danza

Settimana Mondiale della Danza: Pina bausch



SI CONCLUDE LA SESTA STAGIONE 2016-17
di
“BARRIERA DANZA”
organizzata dalla Compagnia di Danza L’Araba Fenice
in collaborazione con la sesta Circoscrizione
Al
TEATRO MARCHESA
(Auditorium Mauro Borghi)
Corso Vercelli 141 – Torino

Sabato 29 Aprile alle ore 21
Domenica 30 Aprile ore 16
La Compagnia di Danza “L’Araba Fenice”
presenta
La quarta edizione della
SETTIMANA MONDIALE DELLA DANZA:
“PINA BAUSCH”

Ingresso: Intero 7 Euro Ridotto: 5 Euro fino ai 12 anni
Per informazioni e Prenotazioni: 3388706798

La Compagnia di Danza “L’Araba Fenice”, organizza la quarta edizione della “Settimana Mondiale della Danza” con la quale conclude così la sesta Stagione “BarrieraDanza”, con il contributo della Sesta Circoscrizione al Teatro Marchesa.
Nel mese di aprile si festeggia la Giornata Mondiale della Danza promossa dall'International Dance Council dell'UNESCO. Una giornata di festa che accomuna tutti i paesi del mondo.
La commemorazione è istituita nel 1982 per il Comitato Internazionale della Danza – C.I.D. dell’Istituto Internazionale del Teatro (ITI-UNESCO) è nata per sensibilizzare la popolazione alla cultura e pratica della danza. La data commemora la nascita di Jean-Georges Noverre (29 aprile 1727-19 ottobre 1810), che fu il più grande coreografo della sua epoca, il creatore del balletto moderno; Noi traiamo spunto da questa festa per portare a conoscenza del pubblico figure di riferimento di questo mondo.
Nelle precedenti edizioni ci siamo occupati di Rudol Nureyev, George Balanchine e Martha Graham.
In questa edizione la Compagnia di danza L’Araba Fenice rende omaggio, a 8 anni dalla sua scomparsa a Pina Bausch, una delle artiste più grandi del 20esimo secolo, ha creato un linguaggio coreutico basato sulle capacità espressive del corpo umano, un omaggio alla sua vita, alla sua carriera, al suo pensiero.
Il 30 giugno 2009 morì a 68 anni, per un cancro diagnosticato cinque giorni prima, Pina Bausch, una delle ballerine e coreografe più importanti di sempre. Nata in Germania il 27 luglio 1940, dopo il diploma si trasferì alla Juilliard School of Music di New York e iniziò a danzare con il New American Ballet. Diventata coreografa, nel 1973 fondò a Wuppertal il Tanztheater Wuppertal Pina Bausch (cambiando nome al già esistente corpo di ballo della città): col suo gruppo di danzatori-attori, con cui ottenne fin da subito un successo straordinario, Pina Bausch mise in scena spettacoli indimenticabili e difficilmente classificabili come semplice “balletti”. Dietro questi spettacoli c’era sempre un faticoso lavoro di ricerca e preparazione e un processo creativo che partiva dalle domande di Pina Bausch ai suoi “danzattori”, i quali dovevano trasformare le loro risposte, attraverso l’improvvisazione, in parole, movimenti, azioni.
Pina Bausch ha ricevuto decine di riconoscimenti nell’arco della sua carriera e ha avuto stretti rapporti anche con il cinema: Federico Fellini, nel 1983, la scelse per interpretare una principessa non vedente nel suo film E la nave va; Pedro Almodovar utilizzò due sequenze tratte da due sue famose coreografie (Café Muller e Masurca Fogo) per aprire e chiudere il film Parla con lei; e infine Wim Wenders, che quando vide per la prima volta un suo spettacolo – nel 1985, alla Biennale di Venezia – rimase così colpito da cancellare i suoi impegni per assistere a tutte le altre performance della coreografa tedesca, di cui poi diventò grande amico. Wenders nel 2011 le ha dedicato il film-documentario in 3D, Pina.
Nel 2007 ottenne il Leone d’Oro alla Carriera, consegnatole con questa motivazione: “Pina Bausch è un’artista che ha segnato una nuova via originale all’espressione scenica del corpo danzante e parlante, influenzando non soltanto la danza contemporanea, ma anche le arti ad essa contigue, mutandone gli orizzonti. La Bausch è una coreografa che ha innovato il teatro, rendendolo più che mai fisico e musicandone la drammaturgia.”


LE COMPAGNIE OSPITI IN QUESTA EDIZIONE:

Sabato 29 aprile ore 21: Compagnia “Il Gabbiano” diretta da Franca Pagliassotto
e
Domenica 30 aprile ore 16: “Gruppo Modern Dance Academy” diretta da Katia Tromboni

VISTO IL NUMERO LIMITATO DI POSTI (99) SI CONSIGLIA LA PRENOTAZIONE AL NUMERO: 3388706798

dove:
Teatro Marchesa
Corso Vercelli 141
Torino
info:
Renè: 3388706798
segreteria@compagnialarabafenice.com
www..compagnialarabafenice.com
consigliato da larabafenice
scrivici - pubblicità - la redazione - i numeri della Community - disclaimer - regolamento della Community   
  Balletto.net Snc Tutti i diritti riservati  P.IVA 04097780961