La bella addormentata

La bella addormentata

Teatro Nuovo di Verona, 21 giugno 2018

 

Il Balletto di Verona, centro avviamento professionale e compagnia junior di balletto, presenta giovedì 21 giugno alle ore 20.30 al Teatro Nuovo di Verona La bella addormentata, balletto classico di repertorio in un prologo e tre atti.

La bella addormentata è un balletto adatto a tutta la famiglia. 
Biglietti disponibili al botteghino del Teatro Nuovo dal lunedì al sabato dalle ore 15.30 alle ore 20, presso il Box Office di Via Pallone, 16 – tel 045 8011154, presso le Filiali Unicredit e punti collegati 800323285, online sul sito www.geticket.it

 

La bella addormentata è uno dei capolavori della danza classica, un vertice di quello stile imperiale russo dell’Ottocento che rappresenta l’dea stessa del balletto.
Come per le altre due opere considerate icone della danza, Il lago dei cigni e Lo Schiaccianoci, il balletto fu coreografato dal Maestro francese Marius Petipa sulla partitura musicale del russo Pëtr I’lič Čajkovski. 
La scelta di mettere in scena proprio quest’anno La bella addormentata vuole essere un omaggio a Marius Petipa in occasione del bicentenario della sua nascita. 
La bella addormentata è un balletto adatto a tutta la famiglia e non smette mai di coinvolgere il pubblico grazie alla freschezza dei giovani interpreti del Balletto di Verona,  diretti dai Maestri Eriberto Verardi e Anna Guetsman. Scene e costumi di Anna Nezhnaya. 
Durata 150 minuti + 15 minuti di pausa

 

Prologo
Alla corte di re Floristano viene indetta una festa per il battesimo della principessa Aurora: vengono invitati cavalieri, dame e le fate buone del regno, che portano con loro doni per la principessa. 
Tra gli invitati però manca la fata Carabosse, non presente nella lista; per vendicarsi, nonostante le suppliche della corte, la fata getta una maledizione alla piccola Aurora: al sedicesimo anno di età, la principessa morirà pungendosi con un fuso. 
La fata dei Lillà però, non avendo ancora fatto il suo regalo, decide di modificare la maledizione: Aurora non morirà, sprofonderà solamente in un lunghissimo sonno di 100 anni, che coinvolgerà tutta la corte e che avrà fine solamente grazie al bacio di un giovane principe.

Atto I
Al giardino del castello si festeggia il sedicesimo anno di età della principessa Aurora dopo che ogni fuso è stato bandito dal regno.
Aurora appare e, corteggiata da quattro pretendenti che arrivano dai quattro rispettivi continenti, balla con i quattro principi (il famoso Adagio della Rosa): le varie danze di corte distolgono l’attenzione del pubblico e così la fata Carabosse, travestita da vecchia mendicante, porge un fuso alla principessa. Incuriosita dall’oggetto mai visto, Aurora tocca la punta del fuso e sviene: la fata dei Lillà interviene e trasforma la morte in sonno, con il suo dono.
Gli invitati si addormentano e il castello viene avvolto da rovi e circondato da un fitto bosco.

Atto II
Scena Prima: trascorrono cento anni e, in una radura nei pressi del castello ancora avvolto dai rovi, una compagnia di nobili è presa in una battuta di caccia, allietandosi nel fitto bosco con pic nic e danze. Tra loro è presente anche il principe Désiré. A un certo punto, l’atmosfera cambia e appare la fata dei Lillà, che in un sogno conduce il principe da Aurora, avvisandolo dell’accaduto. 
La visione di questa splendida principessa fa innamorare il giovane principe. Finito il sogno, il principe si dirige al castello incantato.
Scena Seconda: il principe riesce a entrare nel castello e, trovata la principessa, le dà un bacio, spezzando l’incantesimo;  la corte allora si risveglia e le danze ricominciano; il principe potrà ora sposare la principessa Aurora.

Atto III
C’è una grande festa al castello e tra gli invitati compaiono l’Uccello Azzurro e la principessa Florina; compaiono anche molti dei personaggi delle fiabe di Perrault (Il gatto con gli stivali e la gatta bianca, Cappuccetto rosso e il lupo). I due promessi sposi danzano, in un celebre passo a due, alla reggia di Floristano, e con loro anche tutti gli invitati in onore del futuro re e della futura regina.

 

***
Dalle ore 18.00 presso il Foyer del Teatro Nuovo e con ingresso dal Cortile di Giulietta si potrà ammirare la mostra dell’artista Anna Nezhnaya, con i bozzetti relativi ai costumi e alle scenografie de La bella addormentata da lei creati. L’ingresso alla mostra è libero.

Condividi: 

In agenda

Gio, 21/06/2018 - 20:30
La bella addormentata
Teatro Nuovo, Piazza Viviani 10, 37131 Verona, VE
2018-06-21 20:06:00 2018-06-21 20:06:00 Europe/Rome La bella addormentata   Teatro Nuovo, Piazza Viviani 10, 37131 Verona, VE La bella addormentata info@balletto.net
1 di 1
Dove: 

Teatro Nuovo

Piazza Viviani 10
VeronaVE 37131
Italia
Locandina