Home

La Città in Danza del 2019 è Pordenone

Sabato 18 maggio parte la XV edizione della kermesse "Città in Danza Pordenone" al Teatro Concordia

In agenda

Sab, 18/05/2019 (Tutto il giorno)
2019-05-18:05 (Tutto il giorno):00 2019-05-18:05 (Tutto il giorno):00 Europe/Rome La Città in Danza del 2019 è Pordenone , , , La Città in Danza del 2019 è Pordenone info@balletto.net
1 di 1
Contenuto proposto dagli utenti
Autore: 
Città in Danza Pordenone
Condividi: 

Abbiamo conosciuto Ildegarda Calderan in un'accesa telefonata di presentazione della XV edizione del "Città in Danza Pordenone". Una kermesse che la sua direttrice artistica sta difendendo strenuamente dalle regole commerciali che ormai attanagliano la maggior parte delle manifestazioni di danza e non solo. E così lei, da ormai quindici anni, dalla cornetta o sul palcoscenico, insiste a lavorare sulla correttezza e sulla qualità a tutti i costi!

Dunque con il patrocinio della regione Friuli Venezia Giulia e del Comune di Pordenone, sulla scena sabato 18 e domenica 19 maggio al Teatro Auditorium Concordia di Pordenone, la direttrice artistica Ildegarda Calderan può contare sul prezioso contributo di Cristina Venturuzzo, professeur de danse classique già con il Maggio Danza e per l'Europa Danse, il Cannes Jeunes Ballet ed il Ballet Nice Mediterranee. Una coppia granitica che si posiziona di traverso alle regole sempre più sporche della competizione e che ama stare accanto ai circuiti nazionali della danza che conta. E così Pordenone diventa capitale della danza il prossimo week end con centinaia di partecipanti, appassionati ed uno stuolo crescente di giovani talenti, tutti al cospetto della commissione presieduta quest'anno da Massimo Perugini (art director MAS Milano), Jonny Street (art director Europe Hip Hop Movement), Monica Perego (prima ballerina English National Ballet)e Raul Valdez (art director CDSH Amburgo) con l'attribuzione di prestigiose borse di studio presso i centri PNSD, ESDC di Cannes, CDSH di Amburgo ed il MAS di Milano. Tuttavia a Pordenone si propone anche il progetto di formazione e produzione "SCDP Parallelo" dedicato al linguaggio contemporaneo dove i ballerini degli ensemble partners possono approfondire lo studio con il debutto al concorso con una performance ospite. Con anche la bellissima idea di condurre a tu per tu i tanti giovani con Monica Perego e Massimo Perugini, i due valori aggiunti in carne ed ossa voluti fortemente dalla direttrice artistica. Con Massimo Perugini al fianco di Ildegarda Calderan, sempre più in sintonia sugli obiettivi e sulle finalità della XV edizione di "Città in Danza Pordenone", una kermesse sorta per alzare l'asticella della qualità del territorio e poi divenuto, nel tempo, un punto di riferimento per l'intero mondo della danza.

Come la stessa direttrice artistica ha voluto spiegarci: la nostra kermesse di Pordenone ha una sua immagine ormai consolidata e l'obiettivo di crescita professionale continua e continuerà sempre con grande impegno per cui, proprio da quest'anno, abbiamo inserito una nuova sezione per i giovani creativi con il Premio Composizione Coreografica per cui si richiede una coreografia sperimentale di danza nei vari stili contemporanea, moderna e classica della durata di ben otto minuti. Il corto coreografico dovrà disporre infine di concetto, disegno nello spazio e senso artistico mentre il Premio della Critica sarà un dossier sulla stampa specializzata dedicato interamente al vincitore. Del resto una kermesse di danza non arriva a godere della diretta live streaming con Mosca per la selezione della XXIII edizione di "Expectations of the World"! Né acquisisce l'ulteriore riconoscimento del CID UNESCO di Parigi dopo quindici anni di sacrifici e coraggio, le vere virtù di una città in danza quale Pordenone, tanto per giocare con le parole della manifestazione che partirà sabato 18 maggio al Teatro Concordia. Proprio come si legge dalle dichiarazioni rilasciate dal presidente di giuria Massimo Perugini, direttore artistico dell'Accademia MAS di Milano: la mia collaborazione dal 2015 con "Città in Danza Pordenone" cresce e si pone sempre un obiettivo di crescita dedicato al confronto e alla crescita artistica dei futuri danzatori. L'obiettivo che ci siamo prefissati é quello di rimanere umili e professionali. Del resto sono gli obiettivi e le finalità che la direttrice artistica Ildegarda Calderan (member of International Dance Council CID UNESCO, cfr.) ricorda a me ed io ricordo a lei utilizzando il feeling che si é instaurato al servizio del concorso. Sono felice di esserne parte e contribuire alla sua crescita.

Per maggiori informazioni si suggerisce di visitare il sito ufficiale della manifestazione www.cittaindanzapordenone.it o scrivere all'indirizzo di posta elettronica cittaindanzapordenone@gmail.com

×