torna all'Home page
Ballet Class
Una nuova rivoluzionaria app per il tuo iPhone
Un nuovo prodotto di Balletto.net
login

lo shop di danza
Mezza punta So-Danša in TELA ELASTICIZZATA € 19.50

coreografi: Graham


Marta Graham, Allegheny City, Pennsylvania 1894, New York 1991

errand into tha mazeSi form˛ in California, terra in cui allora ancora erano vive le tradizioni folkloriche messicane e multirazziali autoctone: queste influenzarono non poco Martha Graham, alla costante ricerca di una danza "nuova", specialmente nel periodo pionieristico. La Denishwan School di Los Angeles le impartý i primi insegnamenti coreutici, e l'omonima compagnia la vide agli inizi della carriera di ballerina, da cui si ritir˛ nel 1969.
Fatta eccezione l'interpretazione del ruolo dell'Eletta nella Sagra della Primavera di Massine, Graham fu tenace oppositrice della danza "d'Úcole". Tutta la sua opera Ŕ volta infatti alla ricerca delle possibilitÓ cinetiche del movimento in relazione alle motivazioni psicologiche. Frutto di tale ricerca uno stile e un vocabolario - Tecnica Graham- propri. Il fine ultimo della Graham per˛ non Ŕ da individuarsi nella creazione di un nuovo stile coreutico, ma nel gusto estetico e poetico del quale lo stile stesso si fece fruitore. Nel 1927 nacque la Martha Graham School of Contemporary Dance, luogo deputato appunto allo studio della tecnica Graham, e che vide i primi frutti coreografici della stessa. Negli anni quaranta la Scuola cominci˛ ad accogliere interpreti maschili, tra cui Erik Hawkins (marito della Graham nel 1948, anno di nascita del capolavoro Diversion Angel) e Merce Cunningham, strepitoso in Every Soul is a Circus, del 1939.
Fino ad allora infatti furono sempre cari alla coreografa americana concetti come femminismo ed impegno politico antimilitarista e pacifista, sviluppati nel periodo pionieristico, e parzialmente superati in quello che si pu˛ definire come "momento psicoanalitico" (dalla metÓ degli anni quaranta). Qui venne soprattutto influenzata da Freud e Jung, e si convinse che la mitologia esprimeva la dimensione psicologica dell'antichitÓ: da cui nascono Cytemnestra, Alcestis, Phaedra's Dream (dal 1958 al 1983). Gli anni cinquanta furono quelli dell'affermazione mondiale, quando appunto la compagnia cominci˛ a farsi apprezzare anche in Europa."Dalla democratica scoperta delle varie e ricche realtÓ etniche del Paese all'orgoglioso pionierismo, dall'acquisizione e rielaborazione delle scienze psicoanalitiche di derivazione europea all'affermazione di una cultura specificamente americana, basata sul sogno di un nuovo umanesimo, la sua arte Ŕ a un tempo espressionista e simbolista e in essa la tensione formale ha un peso altrettanto importante della spinta drammatica e interiore. Anche per questo il suo lascito (oltre duecento coreografie) ha una statura ormai classica e riproducibile da compagnie di danza che non siano quella che porta ancora oggi il suo nome. (Marinella Guatterini, per il 'Dizionario dello Spettacolo del '900', Baldini&Castoldi, 1998)"

nella foto: Errand into the Maze


ID=109
23/11/2005
Andrea Boi leggi gli articoli di andyinvia questo articolo ad un amicoStampa questo articoloCondividi su Facebook




cerca nel giornale  

scrivici - pubblicità - la redazione - i numeri della Community - disclaimer - regolamento della Community   
  Balletto.net Snc Tutti i diritti riservati  P.IVA 04097780961