torna all'Home page
Ballet Class
Una nuova rivoluzionaria app per il tuo iPhone
Un nuovo prodotto di Balletto.net
login

lo shop di danza
Scarpa da punta Reart Professionale € 45.00

trame: Revelations


31 GENNAIO 1960
ALVIN AILEY AMERICAN DANCE THEATRE, New York
balletto in tre sezioni
Cor. Alvin Ailey; mus. religiosa e folkloristica afro-americana, scene e cost. Ves Harper; luci Nicholas Cernovich


La creazione è diventata la cifra distintiva della produzione di Ailey al punto che la compagnia da lui fondata, l’Alvin Ailey American Dance Theatre, è solita chiudere i suoi spettacoli con questo pezzo. La coreografia, tutta incentrata sulla cultura dei neri, illustra visivamente con immagini armoniose e di grande teatralità le emozioni e i sentimenti sprigionati da diversi pezzi di musica tratta dal folklore afro-americano, prevalentemente canti derivati dal blues nelle sue varie accezioni: spiritual, gospel, espressioni di dolore, di ottimismo, di anelito per la libertà.
Il balletto è diviso in tre sezioni: Pilgrim of Sorrow; Take me to the Water; Move, Members, Move. In esse sono di scena sia gli aspetti della vita degli afro-americani sia i tratti che accomunano le loro personalità e i loro modi di sentire e di esprimersi: l’ottimismo, la profonda religiosità, la sensualità, la rabbia, l’energia.

La prima parte, tutta in giallo, marrone e sfumature neutre su fondali scuri, blu e violacei, illustra il rapporto che una comunità nera ha comunemente con la religione e i modi caratteristici di manifestare la religiosità. Dopo la consapevolezza di non essere degni, espressa da "I Been 'Buked", la speranza è illustrata sulle note di "Didn't My Lord Deliver Daniel". Momento culminante è la richiesta di aiuto, tema del passo a due “Fix me, Jesus” con le espressioni di grande fervore di una donna, sostenuta anche fisicamente da un uomo, la cui figura suggerisce quella di una personalità di riferimento per la comunità.

La seconda sezione, tutta in bianco con tocchi di azzurro su fondali blu, è ambientata durante una festa-cerimonia tradizionale, un battesimo sulle rive di un fiume. L’azzurro intenso ritornerà nelle lunghe strisce di stoffa fatte “danzare” trasversalmente alla scena per suggerire le acque raggiunte, sul canto di "Wade in the Water", da uomini e donne per celebrare la cerimonia. Un enorme ombrello soffice e fluttuante sovrasta i partecipanti e li accompagna nel loro cammino, mentre gli stessi raggiungono il fiume e, con esso, la purificazione dello spirito, comunicando coi loro movimenti grande festosità e, al tempo stesso, la misteriosa sacralità del momento. La sezione si conclude con l'assolo "I Wanna Be Ready" di un uomo fermamente intenzionato ad essere pronto allorché Dio lo vorrà chiamare.

Nella terza parte l’atmosfera muta radicalmente e, stagliandosi su un fondale rosso cupo, tre danzatori a torso nudo si scatenano, sessualmente coinvolgenti e allusivi, in poderosi scatti felini, giri vorticosi, salti e virtuosismi di maschia potenza nera e grande energia. Il passo a tre illustra il rifiuto del peccato sul canto "Sinner Man".
A seguire, in un'apoteosi di gialli, un gruppo di donne allude al gusto per la chiacchiera femminile, sottolineata da un pettegolo turbinio di ventagli a forma di cuore. Sedutesi sui loro sgabelli, regolarmente disposte contro il fondale sfumato in blu e rosa intenso, le donne sono raggiunte dai rispettivi maschi in gilet nero su camicia gialla, che le impegnano in un garbato corteggiamento appena accennato. Le donne stanno al gioco e tutti si scatenano nell’esplosivo finale “Rocka My Soul”, un crescendo di sguardi divertiti, di piccole gustose provocazioni, di ammiccamenti di irresistibile piacevolezza, di sfrenata gioia di vivere.

Nelle immagini
- Vernard Gilmore, Bahiyah Sayyed-Gaines e Désirée Vlad in "Wade in the water" dalla sezione Take me to the Water, Photo Paul Kolnik
- l'AAADT in "Sister Choo-choo" dalla sezione Move, Members, Move, Photo Jack Vartoogian





ID=1367
4/10/2006
Marino Palleschi leggi gli articoli di Marinoinvia questo articolo ad un amicoStampa questo articoloCondividi su Facebook




cerca nel giornale  

scrivici - pubblicità - la redazione - i numeri della Community - disclaimer - regolamento della Community   
  Balletto.net Snc Tutti i diritti riservati  P.IVA 04097780961