torna all'Home page
Ballet Class
Una nuova rivoluzionaria app per il tuo iPhone
Un nuovo prodotto di Balletto.net
login

lo shop di danza
Body bustino con gonnellino € 26.50

trame: Sinfonia in Re


SINFONIA IN RE (SYMPHONY IN D)
18 OTTOBRE 1976
NEDERLANDS DANS THEATER, SCHWEINFURT
Cor. Jirì Kyliàn, mus. Franz Joseph Haydn, costumi Tom Schenk, luci Joop Caboort



Per questo raro esempio di balletto umoristico, che ad ogni ripresa riscuote sempre i più grandi consensi, Kyliàn ha scelto musica di Haydn: tre movimenti della Sinfonia n. 101 in Re maggiore, detta La Pendola, e quello finale della Sinfonia n. 73 in Re maggiore, detta La Caccia. Si tratta di un lavoro relativamente giovanile, al debutto costituito dalla coreografia dei primi due movimenti sinfonici utilizzati. Su esso il coreografo è successivamente tornato due volte, l’ultima nel 1981, aggiungendo ad ogni revisione la coreografia di un intero altro movimento delle sinfonie usate. Nella versione definitiva i costumi originali – sgargianti costumi da bagno a strisce - sono stati sostituiti da versioni più sobrie: ancora costumi da bagno inizio ‘900, ma in delicate tinte pastello, rosa per le donne ed azzurro per gli uomini.

Il balletto, una sorta di sguardo ironico sulla danza accademica e sul mondo del balletto, tratta con grande brio e atteggiamento scanzonato situazioni, portate agli estremi della parodia, che possono insorgere durante il lavoro di una compagnia: il timore di scordarsi i passi e la parte sino al punto di scambiare i propri con quelli della compagna; i piccoli-grandi errori che affliggono ciascuno, da un’entrata in ritardo a una chiusura dal lato sbagliato; l’antipatia per una collega condivisa dai maschi della compagnia e il conseguente rifiuto psicologico al partnering. L’ironia di Kyliàn lo porta a vivisezionare il momento del passo a due, del quale enfatizza certe posizioni presentandole con sarcastica esagerazione, assecondato in questo dal ritmo ironicamente monotono del corrispondente movimento della Sinfonia n. 101, che le ha valso il nome La Pendola. Non mancano punti in cui è evidente una parodistica, larvata allusione ai capisaldi del repertorio che fanno la storia del balletto: Giselle, Il Lago dei Cigni, Apollo.

Il balletto debuttò in Italia al 21° Festival dei due Mondi di Spoleto, rappresentato dal Nederlands Dans Theater al Teatro Romano il 12 luglio 1978; riprodotta da numerose compagnie europee, la Sinfonia in Re è approdata anche alla Scala di Milano il 12 aprile 1980.


ID=1693
14/5/2007
Marino Palleschi leggi gli articoli di Marinoinvia questo articolo ad un amicoStampa questo articoloCondividi su Facebook




cerca nel giornale  

scrivici - pubblicità - la redazione - i numeri della Community - disclaimer - regolamento della Community   
  Balletto.net Snc Tutti i diritti riservati  P.IVA 04097780961