torna all'Home page
Ballet Class
Una nuova rivoluzionaria app per il tuo iPhone
Un nuovo prodotto di Balletto.net
login

lo shop di danza
Tuta sudarella lunga uno strato € 38.00

trame: Arepo


22 marzo 1986
Palais Garnier, Parigi – Balletto dell’Opéra di Parigi
Coreografia Maurice Béjart, musica Charles Gounod (Faust) e Hugues Le Bars, scene e costumi Nuno Corte-Real, luci Claude Tissier
Primi interpreti: Sylvie Guillem (SATOR-Marguerite), Eric Vu An (AREPO-Mephisto), Monique Loudières (TENET-Siebel), Manuel Legris (OPERA-Faust), Elisabeth Maurin (ROTAS), Marie-Claude Pietragalla (la Diva), Aleth Francillon (Faust ragazzino), Christine Charmolu (Marylin), Elisabeth Cooper


LA TRAMA. Più che visualizzare la tragica vicenda del “Faust” di Goethe, il balletto vuole rendere omaggio all’Opéra di Parigi attraverso rimandi al melodramma, pur essendo l’alchimia il tema principale, con la realtà trasformata in sogno e mistero. Facile intuire come la vicenda scorra in un groviglio di fili che si intrecciano e dipanano di pari passo con il collage musicale.
Mentre l’orchestra accorda gli strumenti il ragazzino cerca un pertugio nel sipario, che si alza all’improvviso rivelando un altro sipario davanti al quale si anima AREPO (lettura al contrario di OPERA), che dà il via alle note della “Notte di Valpurga”, divertissement coreografico del “Faust” di Gounod. Si accendono i lampadari di gocce di cristallo illuminati da decine di candele e appaiono le danzatrici in ampi tutu bianchi con in testa diademi e piume, colli e braccia cariche di gioielli. Si alza anche il secondo sipario e le danzatrici si animano, eseguendo semplici passi e port de bras. Mephisto offre al ragazzo una coppa, da cui egli beve dando inizio alla festa. La drammaturgia originaria prevede a questo punto l’apparizione delle cortigiane più famose, invece Béjart capovolge i sessi e fa entrare il corpo di ballo maschile in marsina nera che omaggia le danzatrici sul ritmo di un valzer a cui si unisce il ragazzo. La scena si svuota, i 5 personaggi legati al quadrato magico e che indossano semplici calzamaglie prendono il posto del corpo di ballo. Sulle tonalità martellanti di Hugues Le Bars c’è un pas de deux tra SATOR e OPERA, seguito da una variazione per ROTAS. Nuovo cambio di scena e ritorno alla musica di Gounod, in particolare alla pagina dedicata a Cleopatra per un passo a tre fra AREPO, OPERA e TENET. I danzatori in tenuta accademica e il ragazzino si scatenano con Mephisto sul brano originariamente dedicato alle Troiane.
Ritorno alla musica elettronica con l’apparizione di Marylin durante un passo a due tra AREPO e ROTAS. Sulle note dell’aria dei fiori suonata al pianoforte da Elisabeth Cooper, Siebel balla una variazione, cui segue una variazione per Mephisto sul brano dedicato ad Elena.
Vengono evocate le grandi dive della danza francese, in particolare Carlotta Zambelli, Yvette Chauviré e Sylvie Guillem. Sulle note dell’aria dei gioielli suonata al pianoforte da Elisabeth Cooper, Marguerite balla una variazione indossando un costume bianco, piume e cascate di diamanti.
Il corpo di ballo porta in scena panche che dispone in cerchio e ghirlande di fiori mentre Mephisto balla sul brano originariamente dedicato ad Astarte. Su musica elettronica TENET evoca la figura di Yvette Chauviré e poi AREPO e OPERA ballano un passo a due. Sull’aria “Salve dimora casta e pura” eseguita al pianoforte da Elisabeth Cooper Faust balla una variazione rivolgendosi al modello del Palais Garnier che occupa il lato sinistro della scena e in cui Faust infine entra per essere portato dietro le quinte.
Sul brano originariamente dedicato all’apparizione di Frine si esibisce il corpo di ballo maschile, sfociando in un baccanale sfrenato. Si ritorna alla musica elettronica per un’acrobatica variazione di SATOR che ricrea le atmosfere cabarettistiche del Moulin Rouge e gli exploit di Valentin le Désossé. Chiude la scena Mephisto con la sua ultima variazione. Lo raggiungono gli altri personaggi del quadrato magico, mentre dietro il corpo di ballo si raggruppa intorno al modellino del Palais Garnier.

NOTA. Sin dall’inizio della sua direzione del Balletto dell’Opéra di Parigi, Rudolf Nureyev aveva ripreso o inserito in cartellone i lavori di Béjart: “Sagra della primavera”, “Bakhti”, “Canti di un giovane errante”. Proprio nel ruolo dell’Eletto aveva debuttato nel 1984 il giovanissimo Eric Vu An, che per prepararsi aveva deciso di lavorare a Bruxelles. Poi nella programmazione della 2.a stagione Nureyev aveva commissionato a Béjart una creazione: “Mouvement – Rythme – Etude” su musica composta nel 1970 da Pierre Henry e dedicata al coreografo marsigliese. Andata in scena nel giugno del 1985, i protagonisti erano stati l’étoile Sylvie Guillem e il sujet Eric Vu An. Saranno questi due danzatori ad ispirare nuovamente Béjart quando nella stagione successiva Nureyev gli commissionò un altro lavoro. Vero omaggio alle meravigliose personalità della compagnia, nonché alla sontuosità del teatro, la prima ebbe un esito trionfale. Agli applausi per gli interpreti si unì anche Béjart, che si fece avanti, ringraziò e annunciò che con il consenso del direttore del balletto era felice di nominare étoile Manuel Legris e Eric Vu An. Alla chiusura del sipario Nureyev e gli altri direttori del teatro smentirono le nomine. Manuel Legris divenne étoile qualche mese dopo, per Eric Vu An invece la nomina non arrivò mai. Le accuse di Béjart a Nureyev che ne conseguirono sono state riportate nel programma radiofonico di France Culture del 4 dicembre 2008. Il balletto non è mai più stato rappresentato, sopravvive in repertorio solo il passo a due tra SATOR e OPERA ma soprattutto la variazione di Mephisto dal penultimo quadro.

Bibliografia
Rudolf Nureyev à Paris – Editions de la Martinière (2003)
Les Saisons de la Danse n. 177 (1985) e n. 183 (1986)

Foto © Colette Masson


ID=2282
15/12/2008
Susanna Sabato leggi gli articoli di Susyinvia questo articolo ad un amicoStampa questo articoloCondividi su Facebook




cerca nel giornale  

scrivici - pubblicità - la redazione - i numeri della Community - disclaimer - regolamento della Community   
  Balletto.net Snc Tutti i diritti riservati  P.IVA 04097780961