torna all'Home page
Ballet Class
Una nuova rivoluzionaria app per il tuo iPhone
Un nuovo prodotto di Balletto.net
login

lo shop di danza
SCARPA TIP TAP BLOCH UOMO SUOLA INTERA € 75.00
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
Z

A

    ...

    curiosità: Ces Demoiselles de l'Opéra


    E’ mio padre naturale

    I giochi dell’amore e del caso sono stati parimenti, più di una volta, abilmente messi a profitto da queste signorine.
    Proprio di recente una curiosa scena è capitata nel foyer.
    Una delle più incantevoli coryphées aveva per madre un’anziana modista che aveva manifestato - a suo tempo e in ogni occasione – una smodata passione amorosa.
    Un nuovo abbonato molto ricco, calvo, quinquagenario ed obeso, moriva dalla voglia di fare la conoscenza della giovane. Dopo aver lottato a lungo contro una naturale timidezza, fece ricorso a delle circonlocuzioni.

    - Signorina - le disse - vostra madre è stata una rispettabilissima commerciante. Io l’ho conosciuta molto bene…
    Qui, fece una pausa, necessitato dall’emozione.
    La danseuse spalancava dei grandi occhi attoniti.
    Il signore riprese:
    - Si, l’ho conosciuta molto bene, al tempo doveva avere diciotto o diciannove anni.
    Una luminosa idea attraversò il cervello della ballerina.
    - Veramente! - rispose lei.
    - In mia fede, si…
    - Quindi! voi sareste…
    E, senza attendere oltre, la ragazza si mise a correre, chiamando le sue compagne:
    - Ragazze, venite!... Se solo sapeste! Ah! come sono felice!... Ho appena ritrovato mio padre!
    - Ma io non ho detto… - cercava di obiettare il grosso signore.

    Sforzo vano, la sua protesta si perdeva in mezzo alle grida di gioia della giovane che gli si era avvinghiata al collo e lo strangolava di baci.
    Nel mentre, le piccole compagne si assembravano portando il tributo delle loro felicitazioni.
    Infine, l’abbonato riuscì a farsi sentire, e dichiarò alla giovane ballerina che aveva mal interpretato le sue parole, e che aveva delle buone ragioni per declinare assolutamente la sua paternità.
    Ma la furbetta non mollò la presa, e ogni volta che il grosso signore entrava nel foyer, lo chiamava regolarmente e con molta enfasi Papà.
    Del resto, questi, a seguito d’una conversazione a voce bassa con la piccola coryphée, sembra essersi rassegnato ad accettare questo ruolo.

    Seriamente - chiese la sera successiva, alla ragazza, una delle sue compagne di stanza - credi veramente che M.V… sia tuo padre?
    - Come sei stupida! Ho capito subito che voleva farmi la corte. Allora, siccome Jules, il mio fidanzato, è molto geloso, ho deviato i sospetti una buona volta per tutte.


    da "Ces Demoiselles de l'Opéra" di anonimo, Tresse et Stock, Paris, 1887.

    dipinto di: Georges Clairin. "An Interval at the Opera". © Fine Art Photographic Library/CORBIS





    ID=2681
    3/11/2010
    Tino Bonanomi leggi gli articoli di adlerinvia questo articolo ad un amicoStampa questo articoloCondividi su Facebook




    cerca nel giornale  

    scrivici - pubblicità - la redazione - i numeri della Community - disclaimer - regolamento della Community   
      Balletto.net Snc Tutti i diritti riservati  P.IVA 04097780961