torna all'Home page
Ballet Class
Una nuova rivoluzionaria app per il tuo iPhone
Un nuovo prodotto di Balletto.net
login

lo shop di danza
Tuta Sansha SP GABY € 29.00

trame: Peri, la


17 LUGLIO 1843
OPERA DI PARIGI
balletto in due atti e tre scene
cor. Jean Coralli; mus. Friedrich Burgmuller; libr. Théofile Gauthier



Il libretto di Gauthier è farraginoso e a tratti contradditorio: ma quello che interessava allo scrittore era rappresentare l'incontro impossibile ed evanescente di materia e di spirito, amore e desiderio che si incontrano nell'estasi del sogno


Atto I. Persia. Epoca imprecisata. Achmet, giovane principe, durante un momento di oblio dovuto al fumo dell'oppio, ha una visione: gli appare la Peri, fata orientale, messaggera dello Spirito e della Luce, custode del fiore di loto che racchiude l'eterna giovinezza. Essendo un mortale, egli non può raggiungerla, ma lei può discendere verso di lui, e per non far scappare questa celestiale visione egli deve afferrarla proprio nel momento in cui essa sfiora le sue braccia. Tanto forte è stato il potere di questa visione che Achmet crede di averla vissuta realmente.
La sultana favorita, Nourmahal, promessa ad Achmet, fa di tutto per distorglierlo dal pensiero della Peri, che tra l'altro gli ha donato un magico talismano in forma di bouquet, baciando il quale ella si materializzerà.

Atto II. Leila, una schiava fuggiasca dall'harem del pashà, viene inseguita dai soldati addirittura sui tetti del palazzo. Proprio quando riesce a trovare rifugio nella terrazza di Achmet, viene colpita da un proiettile e cade apparentemente morta.
La Peri allora mette l'amante alla prova assumendo le sembianze della giovane schiava e cercando la protezione di Achmet che, colpito dalla somiglianza di Leila con l'amata visione, se ne innamora.
Nourmahal, presa da una folle gelosia, cerca di pugnalare i due amanti. Alla fine, nonostante i tentativi di Achmet di nascondere la schiava Leila (in relatà la Peri), il sultano scopre la verità e lo fa imprigionare. Nella sua cella, ad Achmet appare la visione della Peri, che gli chiede di rinunciare all'amore per Leila. Egli rifiuta. Ostinandosi a non voler rivelare ai soldati del pasha il luogo dove tiene nascosta Leila, Achmet viene gettato dalla finestra e muore. Viene trasportato in cielo dove gli è concesso di prender posto accanto alla sua amata Peri.


Nell'immagine, Lucien Petipa e Carlotta Grisi nella famosa scena della visione. Parigi, 1843


ID=424
3/5/2005
Claudio Giorgione leggi gli articoli di minkusinvia questo articolo ad un amicoStampa questo articoloCondividi su Facebook




cerca nel giornale  

scrivici - pubblicità - la redazione - i numeri della Community - disclaimer - regolamento della Community   
  Balletto.net Snc Tutti i diritti riservati  P.IVA 04097780961