torna all'Home page
Ballet Class
Una nuova rivoluzionaria app per il tuo iPhone
Un nuovo prodotto di Balletto.net
login

lo shop di danza
Scarpa da punta Grishko FOUETTE € 56.50

trame: Marco Spada


( o LA FIGLIA DEL BANDITO)
1 APRILE 1857
OPERA DI PARIGI
balletto in tre atti
cor. J. Mazilier
ricostruzione coreografica di Pierre Lacotte; mus. Daniel Auber


Atto I, scena I. Il balletto si apre nella piazza di un paese alle porte di Roma dove si stanno per celebrare delle nozze paesane. Nel bel mezzo della festa, giungono la marchesa Sampietri, giovane e bella figlia del governatore di Roma, insieme al principe Federici a lei promesso. Giunge più tardi anche il Conte e capitano dell'esercito dei Dragoni, Pepinelli, a sua volta innamorato della marchesa.
Marco Spada, seguito e spalleggiato dai suoi briganti, s'introduce avvolto da un mantello nero tra gli ospiti del ricevimento di nozze e con mano lesta inizia a derubare tutti, compresa la questua del povero Fra Borromeo. All'improvviso lampi e tuoni preannunciano un imminente temporale che costringe nobili e paesani a cercare riparo in un palazzo vicino. Il caso vuole, però, che il palazzo in cui tutti si rifugiano sia proprio quello di Marco Spada che per tutti gli abitanti del paese, compresa la sua ingenua figlia Angela, altri non è che un gran signore di campagna.

Scena II. Nell'immenso salone della sua villa di campagna Angela riceve gli ospiti; tra questi si presenta anche il giovane Federici, il quale dopo aver danzato con la ragazza le dichiara il suo amore sincero. Angela, anch'ella conquistata dall'amore per Federici ne parla con suo padre, Marco Spada, il quale le promette di favorire ben presto le sue nozze con il principe.
Durante la festa nella casa di Marco Spada, la marchesa Sampietri mostra ad Angela le ultime danze di Parigi. (Alto momento di danza classica ricostruisce l'originale danzato, nel 1857, da due dive del Teatro alla Scala: Amalia Ferraris e Carolina Rosati).


Atto II, scena I. Tra una danza e l'altra Fra Borromeo scopre che quel gran signore altri non è che Marco Spada, sfacciato bandito e ladrone. Così anche Angela scopre chi sia realmente suo padre e per non macchiare il nome del principe Federici, decide di respingere il suo amore per lui. Quest'ultimo, ancora ignaro della duplice identità di Marco Spada non comprende la motivazione di Angela e, deluso dalla sua decisione, per ripicca accelera le nozze con la marchesa Sampietri.

Scena II. Nella sua camera da letto e circondata da tutte le sue amiche, la marchesa si sta preparando per le imminenti nozze con Federici. Arriva il focoso capitano dei Dragoni, Pepinelli, che la scongiura di non sposare Federici ma lui. All'improvviso nella camera da letto della marchesa sopraggiungono i briganti di Marco Spada che rapiscono, secondo un piano ben studiato, sia la marchesa che Pepinelli.


Atto III. L'ultimo atto si apre tra i monti, nei rifugi dei briganti e delle brigantesse dove Angela confessa al padre il suo forte desiderio di seguirlo in tutte le sue avventure. Marco, pur essendone felice, si accorge che il suo volto è ancora segnato dalle lacrime versate per Federici che crede di aver perduto e la rassicura promettendole che risolverà il suo problema. Così, ordina ai suoi briganti di condurre davanti a lui la marchesa Sampietri e Pepinelli e ordina a Fra Borromeo, per la gioia del conte, di unirli in matrimonio.
Poi fa portare davanti a loro anche Federici e il governatore di Roma ma prima che possa spiegarsi rivelando loro la sua verà identità, giunge l'esercito dei Dragoni che in una sparatoria ferisce a morte Marco Spada. Prima di spirare tra le braccia di Angela avrà il tempo per confessarle che lei è, in realtà, solamente una sua figlia adottiva e che appartiene ad una ricca famiglia della nobiltà romana.
Dopo la morte di Marco Spada, la tristezza di Angela per la morte del padre si accompagna alla felicità di poter finalmente amare liberamente Federici.


Nell'immagine Rudolf Nureyev, Marco Spada al Teatro dell'Opera di Roma. Ricostruzione coreografica di Pierre Lacotte, 1981


ID=599
5/9/2005
Andrea Roselli leggi gli articoli di andrea79invia questo articolo ad un amicoStampa questo articoloCondividi su Facebook




cerca nel giornale  

scrivici - pubblicità - la redazione - i numeri della Community - disclaimer - regolamento della Community   
  Balletto.net Snc Tutti i diritti riservati  P.IVA 04097780961