torna all'Home page
Ballet Class
Una nuova rivoluzionaria app per il tuo iPhone
Un nuovo prodotto di Balletto.net
login

lo shop di danza
Scarpa da punta Capezio GLISSE' € 63.00
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
Z

A

    ...

    trame: Deux pigeons, les


    14 FEBBRAIO 1961
    ROYAL OPERA HOUSE DI LONDRA
    balletto in due atti
    cor. F. Ashton; mus. di A. Messager



    Atto I. Una breve introduzione musicale con il tenero suono di un oboe simboleggia il vero amore tra un Ragazzo e una Ragazza (l'assenza dei nomi propri enfatizza la loro natura allegorica).
    Un Ragazzo e una Ragazza sono in un attico-studio da cui si ammirano caratteristiche mansarde parigine. Egli è intento ad eseguire un ritratto della Ragazza che appare, invece, annoiata e irrequieta. Il Ragazzo, adirato, smette di dipingere quando un'anziana vicina entra nella stanza con un gruppo di amiche della Ragazza che tentano di rallegrare il Ragazzo sconfortato.
    Due piccioni entrano in volo attraverso la finestra aperta; il Ragazzo e la Ragazza danzano insieme imitando il battito delle ali dei due volatili con le loro braccia.
    Dalla finestra s'intravede un gruppo di gitani e il Ragazzo li invita ad entrare nel suo studio. Gli zingari immeditamente ringraziano affascinando tutti con le loro danze di carattere e, non appena una Zingara inizia a danzare, attira su di se tutta l'attenzione del Ragazzo.
    La Ragazza, provocata dal suo comportamento, coinvolta dalle danze gitane, cerca di imitare la sensualità della Zingara. Così le due giovani mostrano la loro rivalità e la Zingara danza un nuovo assolo.
    Le danze gitane continuano quando l'innamorato della Zingara, geloso per l'attenzione concessa al Ragazzo, col suo consueto fare rozzo rivendica il proprio ruolo. Gli zingari danzano di nuovo quando propongono di lasciare lo studio. Il Ragazzo, infatuato della giovane e bella Zingara, raccoglie un taccuino ed esce dopo di loro abbandonando la Ragazza, addolorata, con le sue amiche; anche un piccione vola via dalla finestra.


    Atto II, scena I. Attorno alla carovana degli zingari, il Ragazzo incontra la giovane Zingara. Ciò provoca atteggiamenti ostili da parte degli uomini della comunità gitana. Approffitando di un valzer, il Ragazzo danza insieme alla Zingara dichiarandole il suo interesse mentre lei è scrupolosamente osservata dal suo rozzo innamorato.
    Mentre tutti gli zingari sono impegnati in una danza ungherese, il Ragazzo si rattrista. Egli ascolta il suono di una melodia che gli ricorda la Ragazza sola nello studio, mentre un piccione si pone sulla sua spalla come per ricondurlo a casa.

    Scena II. Nello studio la Ragazza è triste e sola. Il Ragazzo ritorna con il piccione accovacciato sulla sua spalla; il Ragazzo lo pone su una sedia in vimini sulla quale la Ragazza era prima appoggiata. Non appena la musica richiama il tema d'amore del primo atto i Ragazzi danzano il pas des deux della loro riconciliazione. Al termine della musica un secondo piccione si posa sulla spalliera della sedia in vimini, mentre i due ragazzi adagiati sul pavimento, ai due lati della stessa, si stringono le mani.


    Nell'immagine Nao Sakuma e Robert Parker del Birmingham Royal Ballet nella scena finale del balletto




    ID=613
    6/10/2005
    Andrea Roselli leggi gli articoli di andrea79invia questo articolo ad un amicoStampa questo articoloCondividi su Facebook




    cerca nel giornale  

    scrivici - pubblicità - la redazione - i numeri della Community - disclaimer - regolamento della Community   
      Balletto.net Snc Tutti i diritti riservati  P.IVA 04097780961