torna all'Home page
Ballet Class
Una nuova rivoluzionaria app per il tuo iPhone
Un nuovo prodotto di Balletto.net
login

lo shop di danza
Scarpa Uomo da studio € 52.00

trame: Gaîté Parisienne


5 APRILE 1938
THEATRE DE MONTE CARLO
balletto in un atto
cor. Leonide Massine; mus. Jacques Offenbach; libr. scene e cost. Conte Etienne de Beaumont



L'azione si svolge presso il Café Tortoni, un ritrovo parigino alla moda durante il Secondo Impero. I momenti coreutici più indovinati sono la danza dei camerieri e il passo a due tra la Guantaia e il Barone; altri passaggi sembrano più adatti a una commedia musicale.

Camerieri e ragazze aiutanti sono affaccendati a sistemare tavoli e sedie per l'imminente serata, mentre una graziosa Fioraia e un'attraente venditrice di guanti sistemano la loro mercanzia. Entra un ricco Peruviano con due enormi borsoni e, immediatamente, rivolge la sua attenzione alle due giovani venditrici, ma un gruppo di ragazze del locale riesce a distoglierlo dalle due bellezze. Sopraggiunge un giovane Barone austriaco, desideroso di verificare di persona il fascino delle due ragazze, che tanto gli era stato decantato. E' un colpo di fulmine: il Barone si innamora a prima vista della Guantaia, destando così la gelosia della Fioraia.

Arrivano altri clienti: un gruppo di soldati nelle loro uniformi scintillanti attira l'attenzione delle ragazze del locale e una Celebrità entra, accompagnata da un Duca e da un Ufficiale. Il Peruviano sembra incantato dal fascino della Celebrità, ma la donna lo ignora per flirtare alternativamente coi suoi due accompagnatori. Il Barone si fa coraggio e avvicina la Guantaia proprio mentre l'Ufficiale, per farsi gioco delle avances del Barone, cerca di baciare la Guantaia, tra le sue vivaci proteste. Il nobile si infuria per l'insulto e sta per scoppiare una rissa generale quando la Celebrità e la Guantaia intervengono per placare i loro cavalieri.


L'ordine è ristabilito e ritorna il buon umore grazie al divertissement che corona la serata. Dapprima appaiono i danzatori della quadriglia, seguiti da una gran varietà di numeri. Si distribuiscono fiori e souvenirs, al Can-Can seguono una barcarola e una farandola: gli ospiti si dirigono in giardino, la sala è vuota salvo che per la Guantaia e il Barone, che indugiano, si baciano e si allontanano assieme. Le luci si abbassano e irrompe all'improvviso il Peruviano, ancora coi suoi borsoni, in cerca di nuove avventure.

Nell'immagine:
-Alexandra Danilova e Leonide Massine in Gaîté Parisienne
-Etienne de Beaumont, bozzetto per la scena di Gaîté Parisienne


ID=783
8/11/2002
Marino Palleschi leggi gli articoli di Marinoinvia questo articolo ad un amicoStampa questo articoloCondividi su Facebook




cerca nel giornale  

scrivici - pubblicità - la redazione - i numeri della Community - disclaimer - regolamento della Community   
  Balletto.net Snc Tutti i diritti riservati  P.IVA 04097780961