torna all'Home page
Ballet Class
Una nuova rivoluzionaria app per il tuo iPhone
Un nuovo prodotto di Balletto.net
login

lo shop di danza
Claquette Capezio Toe € 12.00
Tutti gli articoli di andy

6/12/2012 - Teatro Ristori di Verona: ancora una bella stagione di danza!

Il Teatro Ristori continua ad offrire spettacoli di danza di grande classe. Ad un pubblico, di questi tempi, davvero fortunato, propone insieme grandi titoli e grandi autori, ospitando compagnie di primo piano che ne danno le proprie interpretazioni.

Ricordiamo che la scorsa stagione di danza comprendeva capolavori di Jiří Kylián, Nacho Duato, George Balanchine e Hans Van Manen.

Nella stessa direzione la nuova stagione 2012-2013, che aprirà in questo... [segue]

8/11/2012 - Roberto Bolle nominato Cavaliere della Repubblica

Questa settimana Roberto Bolle è stato nominato Cavaliere ricevendo l'Onorificenza dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana per il suo impegno in campo culturale.
Il titolo, conferito dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per mezzo del Prefetto di Milano, Gian Valerio Lombardi, è destinato a «ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività ... [segue]

21/7/2012 - Il sindaco di Roma premia Elisabetta Terabust

Giovanni Alemanno, sindaco della città capitolina, il 26 luglio prossimo alle 10:30 incontrerà nella Sala delle Bandiere di Palazzo Senatorio in Campidoglio Elisabetta Terabust per consegnarle la Medaglia di Roma.
Prestigiosa artista, grande direttrice di Compagnie e Scuole di Ballo, sensibilissima insegnante, uno dei nomi più apprezzati della danza italiana ed internazionale: davvero non sorprende la scelta di Roma di premiare una "romana d'eccezione".

Il giorno s... [segue]

29/6/2012 - Invito alla Danza XXII edizione

Dal 3 al 31 luglio 2012, nel Teatro all'aperto di Villa Doria Pamphilj a Roma, la Rassegna Internazionale di Danza e Balletto propone un cartellone ricchissimo di appuntamenti con spettacoli che spaziano dal classico al contemporaneo, dal tango al flamenco, per soddisfare qualsiasi tipo di pubblico.

All'ombra dei pini del bellissimo parco romano si esibiranno:

- Le stelle dell'Hamburg Ballett di John Neumeier con Silvia Azzoni in un "Gala";
- La... [segue]

24/1/2012 - Quanta Italia al Semperoperer Ballett

Quella di Dresda è una compagnia di balletto sempre più a fuoco tra i principali ensembles di balletto tedeschi. Lo stesso Aaron Sean Watkin, Direttore artistico, spiega in queste pagine come, in un periodo di costruzione e maturazione di cinque anni, sia stato possibile creare una personalità e uno stile uniforme fra i tanti talenti riuniti nello stesso gruppo.

L'eco neanch... [segue]

22/6/2011 - "Come mai hai deciso di fare danza classica?"

A molti ballerini, ahimé, oggi non più tanto giovani, forse a tutti, è stata rivolta questa domanda almeno una volta.
Una delle risposte che "una volta" si potevano dare senza problemi è: "guardando i programmi alla TV".
Oggi una frase di questo tipo è molto meno soddisfacente. Mi spiego meglio: la risposta è la stessa, ma oggi, a sentirla, si rimane perplessi, si fa fatica a comprenderla fino in fondo.

Lontani dal voler fare paragoni, la cosa sarebbe perfino im... [segue]
Andrea Boi

10/6/2011 - Occhi puntati sul 22esimo Ravenna Festival

Quest'anno, dal 7 giugno al 9 luglio 2011, il Ravenna Festival propone un calendario davvero ricco. In particolar modo, quello di nostro maggiore interesse: teatro&danza.

Da mercoledi 8 a domenica 12 giugno al Teatro Alighieri va in scena : "MATTHEW BOURNE'S CINDERELLA"[segue]

1/6/2011 - una firma in favore del NDT

Per far quadrare i conti, si sa, qualsiasi famiglia, azienda, regione, o addirittura stato, stringe la cinghia e taglia. Cosa taglia? Tutto quello che può, secondo piani che non sempre tutti condividiamo.

E' il caso di un grande paese, l'Olanda, di un popolo di appassionati di danza, tra i quali anche noi, e di una delle più importanti realtà sul panorama mondiale dello spettacolo, il Nederlands Dans Theatre.... [segue]

12/3/2011 - Presentazione del volume "Marius Petipa Memorie"

A cento anni dalla morte dello "Zar del Balletto", Marius Petipa, la giornalista e critico di danza Valentina Bonelli presenterà un volume che raccoglie le memorie di questo immenso personaggio.
Sono oltre un centinaio infatti i balletti composti, curati o riallestiti da Petipa per i Teatri Imperiali di San Pietroburgo: una grandissima fetta cioè del Grande Repertorio Classico del balletto.

L'appuntamento è a Milano, Museo Teatrale alla Scala, marte... [segue]

21/1/2011 - Luciana Savignano vista da Stefano Priori

"Come si fa a far parte della selezione dei fotografi su Balletto.net?
Posso dedicare col vostro aiuto uno spazio a Luciana Savignano nel balletto "Blu Diablo"? Grazie, Stefano Priori"


Più o meno con queste parole durante le scorse festività Stefano ci ha chiesto di omaggiare Luciana Savignano.
Abbiamo con entusiasmo chiesto di vedere il materiale perché solo la qualità delle immagini sarebbe stata motivo di una pubblicazione o di un rifiuto... [segue]
Andrea Boi

20/11/2010 - Storia del balletto per immagini e impressioni - Ballet de cour: Le Ballet Comique de la Royne come primo balletto della storia

Balthazar de Beaujoyeux. Quando Balthazar de Beaujoyeux ricevette la commissione de Le Ballet Comique de la Royne, erano quasi trent’anni che viveva in Francia. Nato Baldassarino da Belgioioso, si era formato alla scuola di ballo nobile milanese diretta dal Diobono ed aveva seguito in Francia il suo maestro, invitato a corte nel 1554 da Enrico II... [segue]
Marino Palleschi e Andrea Boi

17/10/2010 - Storia del balletto per immagini e impressioni - Indice

Premessa
Questa Storia del Balletto per immagini e impressioni si articola in oltre venticinque Gallerie, divise in sei capitoli, ciascuna delle quali affida il racconto del proprio contenuto a un ricco repertorio iconografico, integrato da testi e chiarimenti, piuttosto sintetici, ma tutt’altro che scarni. L’intenzione degli autori è stata d... [segue]
Marino Palleschi e Andrea Boi

17/10/2010 - Storia del balletto per immagini e impressioni - Balletto di corte: aspetto e funzione

Origine politica del balletto di corte. Sul finire del Medioevo, nell'Italia ancora retta da una struttura comunale, alcuni cittadini si erano imposti al punto di meritare l’avanzamento a rango di Signori. Ad esempio, molti avevano accumulato crediti morali o materiali con re, imperatori e papi: alcuni combattendo sotto la loro bandiera come capitani... [segue]

Marino Palleschi e Andrea Boi

17/10/2010 - Storia del balletto per immagini e impressioni - Approfondimento: verso l'Umanesimo

Quando l'alba del secondo millennio smentì la profezia funesta della fine del mondo, l'Uomo tirò un gran sospiro di sollievo: ritrovata la vita, al cavaliere venne la voglia di assaporarne il gusto, dedicando parte del suo tempo ai tornei, alle belle dame, alla musica, alla poesia e a tutti gli intrattenimenti ricchi di danze, spesso mutuate dal popolo e strumento di garbato corteggiamento. Nei castelli, le dame si appassionavano alle avventure amorose cantate in rima dai ... [segue]

Marino Palleschi e Andrea Boi

17/10/2010 - Storia del balletto per immagini e impressioni - Balletto di corte: intermezzi

Il balletto di corte come festa in luoghi pubblici all’aperto. Queste feste sontuose dovevano essere adeguate alla potenza sia politica che economica della famiglia che le offriva. A volte si tennero del tutto o in parte in luoghi pubblici all'aperto, come fu per i Trionfi fiorentini, in cui, su modelli medievali, si susseguivano sfilate di carri allegor... [segue]
Marino Palleschi e Andrea Boi

17/10/2010 - Storia del balletto per immagini e impressioni - Approfondimento: alla ricerca di un tema comune

Il Ballo d'Ercole. La ricerca di un'organicità cominciò ad apparire nel Ballo d’Ercole, messo in scena a Roma dal cardinale Pietro Riario, diplomatico e mecenate, nell’ambito del Trionfo romano di Eleonora d’Aragona. Il Trionfo altro non fu che una serie di festeggiamenti, imperniati su episodi mitologici, offerti ad Eleonora d'Aragona, di passaggio a Roma nel 1473 per andar sposa ad Ercole I d'Este. A sovvenzionare il c... [segue]

Marino Palleschi e Andrea Boi

17/10/2010 - Storia del balletto per immagini e impressioni - Approfondimento: gli intermedii de La Pellegrina

A Firenze, l’intero mese di maggio del 1589 fu dedicato a numerosi festeggiamenti del matrimonio del Granduca Ferdinando I de' Medici, che, deposta la porpora cardinalizia, sposò Cristina di Lorena, nipote di Caterina de' Medici, regina di Francia. Oltre all’albero di maggio, all’assalto al Saracino, a una naumachia nel cortile di palazzo Pitti, a una caccia di leoni, orsi ed altri animali in Piazza S. Croce, al calcio a livrea, a una mascherata dei fiumi, la compagnia di ... [segue]

Marino Palleschi e Andrea Boi

17/10/2010 - Storia del balletto per immagini e impressioni - Balletto di corte: neoplatonismo

Il contributo al Rinascimento dato dall'Impero bizantino. Nel 1438 si apriva il Concilio di Ferrara, poi di Firenze, per trattare la riunificazione delle Chiese d'Oriente e d'Occidente. Era questa la premessa perché l’Occidente offrisse aiuto all'Impero bizantino, insidiato dai Turchi Ottomani. Ciò favorì l’afflusso a Firenze di intellettuali bizantini, che in... [segue]

Marino Palleschi e Andrea Boi

17/10/2010 - Storia del balletto per immagini e impressioni - Approfondimento: il maître de ballet e il trattatista

Il lavoro teorico dei maestri che codificarono la danza va inquadrato nella vasta produzione trattatistica che nel XV secolo investì tutte le arti e le scienze, dall'architettura alla musica, dalla pittura alla geometria (prospettiva).


Trattatisti del ‘400
. I trattatisti del ‘400 individuarono quattro misure fondamentali, ossia quattro forme coreutiche di base: bassadanza, quaternaria, piva, saltarello<... [segue]

Marino Palleschi e Andrea Boi

17/10/2010 - Storia del balletto per immagini e impressioni - Balletto di corte: maître de ballet

Il balletto di corte elevato a scienza. L’Umanesimo ha sempre provato l'esigenza di elevare le attività umane a livello di arti e scienze e la danza non fece eccezione: rispetto ai secoli precedenti, la fine del ‘400 registrò la separazione tra danza popolare e danza di corte, alla precedente ispirata, ma rielaborata profondamente. Durante il XV secolo quest... [segue]
Marino Palleschi e Andrea Boi

12345678

cerca nel giornale  

scrivici - pubblicità - la redazione - i numeri della Community - disclaimer - regolamento della Community   
  Balletto.net Snc Tutti i diritti riservati  P.IVA 04097780961