Home

Successo per ARTFEST

La danza ha conquistato Venosa

Grande partecipazione di pubblico per la prima edizione della piattaforma di alta formazione diretta da Claudio Coviello, Carmen Vella, Walter Madau e Piergianni Manca

25 Ott
2018
08:24
  • Artfest
  • Artfest
  • Artfest
Testata giornalistica online
Autore: 

Balletto.net
Registrazione Tribunale di Milano n. 263 del 07/09/2017
Direttore responsabile: Elisabetta Agrati 
Viale Regina Margherita 43, 20122 Milano (Italy) | P.IVA 04097780961

Lo scorso agosto, il borgo lucano di Venosa si è trasformato in un teatro a cielo aperto ospitando ARTFEST, piattaforma di alta formazione e diffusione coreutica organizzata da ETRA Associazione Culturale con la direzione artistica di Claudio Coviello, primo ballerino del Teatro alla Scala, Carmen Vella, Walter Madau e Piergianni Manca.

Una settimana all’insegna della danza che, già alla prima edizione, ha ricevuto il sostegno di importanti istituzioni, centri di formazione e perfezionamento, enti teatrali e coreutici e che ha visto un’ampia partecipazione di pubblico. Obiettivo di ARTFEST è di sostenere e favorire la sperimentazione della costruzione di un dialogo tra professionisti di varia formazione culturale, i giovani talenti italiani e il territorio lucano nell’ottica di una formazione professionale di danza accademica e contemporanea da una parte e la costruzione di un pubblico consapevole, partecipe e coinvolto nelle dinamiche di creazione artistica dall’altra. Ricco il programma di lezioni, masterclass, audizioni, spettacoli, colloqui ed eventi legati al borgo antico della città di Venosa che hanno permesso uno scambio di conoscenze dirette con il mondo coreutico, artistico e della tradizione culturale e storica.

Tre le direzioni verso cui si è mosso il festival, a cominciare dalla formazione. ARTFEST ha visto la partecipazione delle realtà formative e professionali tra le più eccellenti del panorama europeo: Teatro alla Scala di Milano, Centre International de Danse de Cannes Rosella Hightower, Scuola del Balletto di Roma, Agora Coaching Project, MM Contemporary Company. È stato creato anche uno Spazio Kids, pensato per valorizzare il percorso educativo attraverso l’approccio alle arti, al teatro e alla danza dedicato ai piccolissimi. Non solo: i giovanissimi artisti hanno avuto uno spazio privilegiato di osservazione degli artisti all’opera in ogni ambito del festival.

Altra direzione importante è stata quella della ricerca: ogni giorno, ARTFEST ha creato uno spazio di Incontro con la danza, spazio di dialogo, confronto e dibattito con gli artisti protagonisti dell’evento durante il quale gli insegnanti, le famiglie, gli educatori e i rappresentanti del mondo teatrale hanno potuto affrontare tematiche di interesse comune. Infine la rete, con il coinvolgimento di associazioni e istituzioni culturali e sociali di riferimento per la comunità e di importanti realtà formative e professionali europee con l’obiettivo di permettere una partecipazione attiva al festival, un’esperienza di scambio tra artista e ospite-spettatore, il quale ha avuto accesso a spazi e luoghi della città unici, di grande impatto estetico e culturale.

Tra masterclass, forum e audizioni, il programma del festival si è aperto e chiuso con due momenti performativi di altissimo profilo. Ad aprire la settimana, lo spettacolo della MM Contemporary Company diretta da Michele Merola. A chiudere il festival è stato un Gala di Danza, durante il quale si sono esibiti danzatori ospiti dal Teatro alla Scala di Milano, dal Teatro dell’Opera di Roma, dal Los Angeles Ballet e dal Ballet de Toulouse. Durante la serata sono stati portati in scena alcuni tra i brani del repertorio ballettistico classico, neo-classico e contemporaneo del Novecento di maggiore bellezza e suggestione.

Condividi: 
×

Ti serve aiuto?
Consulta la Guida utente o Contattaci!

Accedi

User menu