Home

Dallo stimolo al movimento

Il sistema nervoso e la danza

Ecco come i sistemi visivo, vestibolare e somatosensoriale lavorano insieme per recepire gli stimoli e trasformarli in movimento

25 Ott
2018
08:31
Testata giornalistica online
Autore: 

Balletto.net
Registrazione Tribunale di Milano n. 263 del 07/09/2017
Direttore responsabile: Elisabetta Agrati 
Viale Regina Margherita 43, 20122 Milano (Italy) | P.IVA 04097780961

Una delle principali funzioni del sistema nervoso è di recepire gli stimoli ed elaborare le risposte che si traducono in movimenti volontari e coscienti oppure in movimenti riflessi. Le due strutture preposte a questi compiti sono il sistema sensitivo e il sistema motorio.

Quello che a noi interessa per capire il gesto del ballerino e i suoi relativi passi è il sistema motorio.

L’organo preposto all’apprendimento motorio è il cervelletto, ma per capire meglio le sue funzioni bisogna dividere quest’ultimo in tre zone: il vestibolo-cerebellum, fondamentale per il controllo della postura, lo spino-cerebellum, che si occupa dell’esecuzione del movimento, e il cerebro-cerebellum, preposto al controllo della pianificazione del movimento.

Il centro nervoso che, quindi, ha il compito di controllare l’equilibrio, fondamentale per i danzatori, è proprio il cervelletto.

Le risposte posturali che permettono ai ballerini di eseguire perfettamente il movimento sono evocate dal:

sistema visivo: fornisce informazioni circa la posizione del corpo nello spazio. Nella ballerina è molto utilizzato soprattutto nei giri e nelle rotazioni proprio per mantenere l’equilibrio;

sistema vestibolare: fornisce informazioni di riferimento necessarie al controllo dello sbilanciamento posturale e dell’equilibrio dinamico. Poiché gli occhi possono muoversi mentre la testa è ferma e viceversa, il ruolo dell’orecchio interno è cruciale perché fornisce un’informazione indipendente dall’indicazione visiva.

sistema somatosensoriale: fornisce informazioni relative ai contatti e alla posizione del corpo, tramite i recettori cutanei che danno informazioni sull’appoggio plantare e i recettori muscolari che informano sui loro cambiamenti di posizione.

 

A cura della dottoressa Monica Caddeo
Medecine Nutrition et Danse

www.medecinenutritionetdanse.it

Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Valencia, ha conseguito un master in Medicina Estetica a Milano. Da sempre appassionata di danza classica, ha frequentato il master in Medicina della danza classica e ha approfondito alcune tematiche quali l’alimentazione e l’integrazione alimentare della ballerina, l’impostazione del corpo nella danza classica, i principali traumi nella danza. Recentemente ha creato una linea di creme, prodotti e integratori specifici per la donna e in particolare per le ballerine. Membro dell’International Association for Dance Medicine & Science.

Condividi: 
×