Home

Addio a Elisabetta Terabust

Musa di Roland Petit e di Peter Schauffus

Stella italiana tra le più importanti della scena internazionale negli anni Settanta e Ottanta, si è spenta questa notte a Roma Elisabetta Terabust. Aveva 71 anni

5 Feb
2018
13:34
Testata giornalistica online
Autore: 

Balletto.net
Registrazione Tribunale di Milano n. 263 del 07/09/2017
Direttore responsabile: Elisabetta Agrati 
Viale Regina Margherita 43, 20122 Milano (Italy) | P.IVA 04097780961

Si è spenta a Roma questa notte Elisabetta Terabust, étoile del Teatro dell’Opera di Roma dove aveva frequentato la Scuola di Ballo sotto la guida di Attilia Radice. Stella italiana tra le più importanti della scena internazionale, Elisabetta Terabust ha lavorato al fianco di grandi ballerini come Rudolf Nureyev, Paolo Bortoluzzi, Michail Baryshnikov, Patrice Bart, Peter Schaufuss, Alessandro Molin, Raffaele Paganini. È stata musa di molti coreografi, tra cui Roland Petit, che ha creato per lei una nuova versione de Lo Schiaccianoci, Amedeo Amodio, allora direttore di Aterballetto, e Peter Schaufuss, che l’ha perfezionata nello stile Bournonville.

Direttrice del Corpo di Ballo dell'Opera di Roma dal 1990 al 1992 e dal 1993 al 1997 di quello della Scala di Milano, ha diretto MaggioDanza, compagnia stabile del Maggio Musicale Fiorentino, e il Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo di Napoli, per poi ritornare, per breve tempo, alla direzione del corpo di ballo scaligero nel 2007. Interprete eccezionale e appassionata, ha messo la sua vita a servizio della danza ed è sempre stata attenta alle nuove generazioni, contribuendo a far emergere nuovi talenti, tra cui Roberto Bolle e Massimo Murru.

Il mondo della danza si è unito nel ricordo di questa straordinaria artista. Il Teatro alla Scala ha annunciato che a Elisabetta Terabust sarà dedicata, il 10 marzo, la recita inaugurale del trittico Mahler 10 / Petite Mort / Boléro. Giuseppe Picone, direttore del Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo ha dichiarato: «La danza, i corpi di ballo italiani le sono immensamente riconoscenti perché la Signora Terabust ha dato tanto a tutti noi. È stata una personalità straordinaria che ha segnato profondamente con la sua grande arte la storia della danza italiana».

«La perdita di Elisabetta Terabust – ha dichiarato Carlo Fuortes, Sovrintendente del Teatro dell’Opera di Roma – è per il mondo della danza e per il nostro Teatro una perdita artistica e umana, per la sua grande capacità di relazionarsi alla vita con entusiasmo e per la determinazione con cui ha saputo trasmettere e fare dono del suo grande carisma ai nuovi talenti. Il Teatro dell’Opera di Roma ricorda con commozione il contributo fondamentale che Elisabetta Terabust ha dato alla crescita del Corpo di Ballo capitolino, e nel portare in alto il nome della danza italiana». Alla memoria di Elisabetta Terabust sarà dedicato dal Teatro dell’Opera di Roma il trittico contemporaneo Kylián / Inger / Forsythe che debutterà al Teatro Costanzi giovedì 15 marzo 2018.

 

Leggi la biografia di Elisabetta Terabust.

Condividi: 
  • Elisabetta Terabust
    Elisabetta Terabust © Lelli e Masotti / Teatro alla Scala
×

Ti serve aiuto?
Consulta la Guida utente o Contattaci!

Accedi

User menu