Call per giovanissimi danzatori

Call per giovanissimi danzatori

Indetta dalla coreografa Simona Bertozzi

Simona Bertozzi cerca giovanissimi danzatori da inserire nel progetto di riallestimento dello spettacolo Prometeo: Architettura - Milano. Audizione il 26 maggio, iscrizioni entro e non oltre il 19 maggio

Si terrà il 26 maggio a Milano l’audizione indetta dalla coreografa Simona Bertozzi, artista associata al Festival MilanOltre per il triennio 2018-2020, che cerca giovanissimi danzatori da inserire nel progetto di riallestimento dello spettacolo Prometeo: Architettura, in scena il 5, 6 e 7 ottobre a Milano presso il Teatro Elfo Puccini nell’ambito della 32esima edizione del festival.

«In Prometeo: Architettura - Milano», spiega Simona Bertozzi, «la prospettiva del quadro coreografico sarà animata da un gruppo di giovanissimi danzatori alle prese con la condivisione di un habitat, di uno spazio occupato dalla loro necessità di dare vita a immagini, visioni e proiezioni. Si assiste a un processo di micro narrazioni in cui il dialogo tra i corpi è testimonianza di una specie in crescita e, in accordo con le regole e i dettagli “climatici” in cui agisce, docile e ostinata».

All’audizione, che si terrà sabato 26 maggio dalle ore 14.00 alle 20.00 presso la sala Fassbinder del Teatro Elfo Puccini in Corso Buenos Aires 33 a Milano, sono ammessi bambini e adolescenti dai 10 ai 16 anni d’età con una base di studio in danza classica e contemporanea.

Le candidature (nome, cognome, età e fotografia di scena) andranno inviate all’indirizzo ass.cult.nexus@gmail.com entro e non oltre il 19 maggio.

Periodi di creazione: 20-21-22 settembre 2018 (prove dalle ore 15 alle 18), 2-3-4 ottobre 2018 (prove dalle ore 15 alle 18), 5-6-7 ottobre 2018 (repliche alle ore 19).

La 32esima edizione di MilanOltre, che si terrà dal 17 settembre al 14 ottobre 2018, dedicherà a Simona Bertozzi una “personale” che vedrà in scena anche And it burns, burns, burns, ultimo quadro del progetto Prometeo (sabato 13 ottobre) e Anatomia, interpretato dalla stessa coreografa assieme al compositore e musicista elettronico Francesco Giomi (14 ottobre).