Home

Danza con me

Roberto Bolle torna in tv

Appuntamento martedì 1 gennaio su Rai1 con la nuova edizione dello show ideato dall’étoile. Danza, musica, arte, poesia e divertimento per inaugurare il nuovo anno

18 Dic
2018
19:29
  • Roberto Bolle duetta con un braccio meccanico
    Roberto Bolle duetta con un braccio meccanico
  • Roberto Bolle e Cesare Cremonini daranno vita a un duetto inaspettato
    Roberto Bolle e Cesare Cremonini daranno vita a un duetto inaspettato
  • L’étoile con le allieve dell’Accademia del Teatro alla Scala
    L’étoile con le allieve dell’Accademia del Teatro alla Scala
  • Roberto Bolle e Alessandra Ferri
    Roberto Bolle e Alessandra Ferri
  • I “Moschettieri del Re” Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea, Sergio Rubini e Rocco Papaleo
    I “Moschettieri del Re” Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea, Sergio Rubini e Rocco Papaleo
  • Roberto Bolle danza con Polina Semionova
    Roberto Bolle danza con Polina Semionova
  • Roberto Bolle e Alexander Riabko
    Roberto Bolle e Alexander Riabko
Testata giornalistica online
Autore: 

Balletto.net
Registrazione Tribunale di Milano n. 263 del 07/09/2017
Direttore responsabile: Elisabetta Agrati 
Viale Regina Margherita 43, 20122 Milano (Italy) | P.IVA 04097780961

Dopo il grande successo di pubblico e di critica della scorsa edizione, che si è aggiudicata il prestigioso premio Rose D’Or come miglior programma di entertainment a livello europeo, martedì 1 gennaio alle 21.25 torna su Rai1 Danza con me, lo show ideato e diretto da Roberto Bolle che porta la grande danza in tv.

«È un programma dove ci sono tantissimo impegno e tantissima voglia di metterci in gioco e di superare anche i nostri limiti. Perché ci sono solo limiti che noi poniamo a noi stessi, non ci sono limiti creativi», ha dichiarato l’étoile nel corso della conferenza stampa di presentazione. Impegno e voglia di mettersi in gioco che traspaiono dalle immagini anticipate oggi e che ci hanno regalato un assaggio di quanto ci riserverà questa nuova edizione.

A cominciare dalle stelle internazionali del balletto che accompagneranno Roberto Bolle nei passi a due firmati da John Neumeier (di cui vedremo Opus 100, una coreografia molto rara per le scene italiane), Christopher Wheeldon, Wayne McGregor, Christian Spuck e Mauro Bigonzetti. Tornano alcune interpreti molto amate dal pubblico italiano: Nicoletta Manni e Virna Toppi (entrambe prime ballerine del Teatro alla Scala), Polina Semionova (prima ballerina dello Staatsballett di Berlino) e Melissa Hamilton (prima solista del Royal Ballet di Londra). A loro si affiancano Elisa Badenes (prima ballerina del Balletto di Stoccarda), Alexander Riabko (primo ballerino del Balletto di Amburgo) e soprattutto la straordinaria Alessandra Ferri, di cui Roberto Bolle dice: «Alessandra è un tassello importante nella mia vita personale e di ballerino. È stato grazie a lei che sono diventato principal dancer dell’American Ballet Theatre, a lei devo alcune delle occasioni più importanti della mia carriera. È la nostra prima esibizione in televisione. Una gioia e un onore, come sempre».

A unire le coreografie sono storie e racconti legati alla danza che Roberto Bolle ha voluto affidare ai suoi ospiti: Pif – Pierfrancesco Diliberto, che terrà le fila del programma, Cesare Cremonini, Valeria Solarino, Stefano Accorsi, Fabio De Luigi, Luca e Paolo, Ilenia Pastorelli e i “Moschettieri del Re” Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea, Sergio Rubini e Rocco Papaleo.

A Luca e Paolo il compito di introdurre il tributo a Niccolò Paganini, che rimanda alla mostra Paganini Rockstar, ideata e organizzata da Palazzo Ducale di Genova, e che diventa l’omaggio a una città intera e alla sua ferita. Racconta Roberto Bolle: «La nostra prima collaborazione è stata per la mostra Paganini Rockstar voluta da Luca e da Ivano Fossati. Ero rimasto subito colpito dalla figura meravigliosamente moderna di Paganini. La successiva tragedia del Ponte Morandi ha trasformato la mia partecipazione in un omaggio a una città cui sono molto affezionato e che ha subito un orribile sfregio. Sono molto grato a Luca per avermi coinvolto e a entrambi per essere venuti nel programma a raccontare, e soprattutto ricordare, una città, una gente, un dolore che deve farsi forza di ricostruzione nel segno dell’arte».

Da sempre affascinato dalla tecnologia, per questa edizione di Danza con me Roberto Bolle ha ideato un passo a due con una macchina, un braccio meccanico di oltre una tonnellata e mezza: la danza trasforma il movimento programmato da un computer in un gesto “umano”, “fraterno”, dandoci modo di riflettere sul ruolo che le macchine hanno nella nostra vita.

Tornano a Danza con me – ma in formazione più ampia – gli allievi dell’Accademia del Teatro alla Scala, che affiancheranno Roberto Bolle in due momenti della serata. Spazio, poi, anche alle “altre” danze che l’étoile ha voluto portare a Milano con OnDance, la grande festa che ha animato la città lo scorso giugno: protagonisti di questo coinvolgente momento saranno Neguin, campione mondiale di street dance, e Vincenzo Fesi & Remy Kouakou Kouame, acclamati danzatori di swing.

Prodotto da Rai1 in collaborazione con Ballandi Multimedia e Artedanza, Danza con me è scritto da Roberto Bolle, Pamela Maffioli, Luca Monarca con Carlo Crocchiolo, Silvia Righini e Chiara Salvi, con la collaborazione ai testi di Stefano Massini. La regia è di Cristian Biondani, le scene di Luca Sala, la fotografia di Fabio Brera, l’ideazione grafica e la messa in scena di Cristina Redini e Massimiliano Bettoni, le coreografie originali di Massimiliano Volpini e le musiche di Leonardo De Amicis.

Condividi: 
  • Roberto Bolle e Pif
    Roberto Bolle e Pif
×