Home

Festival Exister al Teatro Fontana

Festival Exister al Teatro Fontana

Dal 14 al 16 dicembre, il Teatro Fontana di Milano ospita l’11esima edizione del festival diretto da Annamaria Onetti. Silvia Gribaudi e Fattoria Vittadini tra le proposte

12 Dic
2018
10:12
  • R.OSA – 10 esercizi per nuovi virtuosismi di Silvia Gribaudi © Manuel Cafini
    R.OSA – 10 esercizi per nuovi virtuosismi di Silvia Gribaudi © Manuel Cafini
  • Vanitas di Francesca Penzo e Jacques-André Dupont
    Vanitas di Francesca Penzo e Jacques-André Dupont
  • Sabrina Fraternali in Glauco © Marina Alessi
    Sabrina Fraternali in Glauco © Marina Alessi
Testata giornalistica online
Autore: 

Balletto.net
Registrazione Tribunale di Milano n. 263 del 07/09/2017
Direttore responsabile: Elisabetta Agrati 
Viale Regina Margherita 43, 20122 Milano (Italy) | P.IVA 04097780961

Iniziata il 30 novembre presso gli spazi di DanceHaus, l’11esima edizione del Festival Exister prosegue dal 14 al 16 dicembre presso il Teatro Fontana di Milano. Diretta da Annamaria Onetti, realizzata da DANCEHAUSpiù – Centro di produzione della Danza, con il sostegno del Comune di Milano, della Regione Lombardia e del MIBAC, la rassegna è oggi un contenitore dedicato alla giovane coreografia, alla ricerca e all’innovazione.

Il primo appuntamento, venerdì 14 dicembre alle 20.30, è con R.OSA – 10 esercizi per nuovi virtuosismi, spettacolo di Silvia Gribaudi, con Claudia Marsicano, Finalista al Premio UBU 2017 nella categoria “Miglior spettacolo di danza 2017” e finalista al Premio Rete Critica 2017. Ispirata alle immagini di Botero e agli anni Ottanta di Jane Fonda, la performance coinvolge gli spettatori, chiamati a riflettere sul ruolo che il corpo della donna ha nella nostra società e sul modo in cui guardiamo gli altri.

Sabato 15 dicembre, il Teatro Fontana ospita una serata in collaborazione con il Network Anticorpi XL. Alle 20.30 Claudia Catarzi presenta 40.000 centimetri quadrati, una riflessione sull’intelligenza del corpo, sulla sua capacità di adattamento. A seguire, Sabrina Fraternali presenta Glauco, lavoro ispirato al libro Água viva della scrittrice brasiliana Clarice Lispector, in cui una pittrice affida alle parole il racconto della parte più intima di sé.

Nel corso della giornata (ore 11.00, 12.00, 13.00, 15.00 e 16.00), va in scena A(1)BIT, secondo step del lavoro che la coreografa Lara Guidetti ha presentato al Festival MilanOltre 2018 e che, a ogni tappa, coinvolgerà punti diversi della città fino alla composizione finale in programma nel 2019. Costruita sulla composizione A 1 Bit Simphony dell’artista newyorchese Tristan Perich, primo album in assoluto pubblicato sotto forma di microchip, la coreografia indaga le infinite possibilità di movimento, paragonato a una particella fisica (bit).

Domenica 16 dicembre alle 16.00, il Festival Exister si chiude con Vanitas, una produzione di Fattoria Vittadini in cui Francesca Penzo e Jacques-André Dupont – partendo dall’omonimo genere pittorico seicentesco, correlato al senso di precarietà che investì l’Europa in quegli anni – riflettono sull’effimera condizione dell’esistenza umana.

Condividi: 
  • Claudia Catarzi in 40.000 centimetri quadrati
    Claudia Catarzi in 40.000 centimetri quadrati
×