BOLSHOI BALLET ACADEMY

ParmaDanza 2018

  • Sergei Polunin in Satori © Tristram Kenton
    Sergei Polunin in Satori © Tristram Kenton
  • Eleonora Abbagnato in Carmen di Amedeo Amodio
    Eleonora Abbagnato in Carmen di Amedeo Amodio
  • Il Balletto di Milano in Cenerentola © Carla Moro e Aurelio Dessì
    Il Balletto di Milano in Cenerentola © Carla Moro e Aurelio Dessì
  • La Complexions Contemporary Ballet tra i protagonisti di ParmaDanza
    La Complexions Contemporary Ballet tra i protagonisti di ParmaDanza

ParmaDanza 2018

Inaugurazione con Sergei Polunin

Sarà Sergei Polunin, sabato 3 febbraio, ad aprire la nuova edizione della rassegna del Teatro Regio di Parma. Si prosegue poi con Eleonora Abbagnato, Junior Balletto di Toscana e altre compagnie di fama internazionale

Prende il via sabato 3 febbraio la nuova edizione di ParmaDanza, la rassegna del Teatro Regio di Parma realizzata in collaborazione con ATER – Associazione Teatrale Emilia Romagna: sette titoli, per un totale di dodici appuntamenti da febbraio a giugno, con protagoniste grandi stelle della danza e compagnia di fama internazionale.

Apertura affidata al celebre ballerino, “genio ribelle” della danza, Sergei Polunin, per la prima volta a Parma, affiancato dalla prima ballerina del Royal Ballet Natalia Osipova e dai solisti del Teatro Bolshoi, del Teatro Stanislavskij di Mosca, del Teatro Nazionale di Belgrado e del Balletto del Cremlino. Polunin presenta in prima ed esclusiva nazionale lo spettacolo Satori, nell’ambito del progetto artistico Project Polunin, con cui l’artista ha voluto riunire ballerini, coreografi, musicisti provenienti da diversi ambiti con l’obiettivo di dar vita a nuove creazioni coreografiche. Satori, dal termine buddista giapponese che significa “risveglio improvviso”, rappresenta per Polunin un percorso personale di ricongiungimento con l’amore per la danza.

Il programma si apre con First Solo, interpretato dallo stesso Polunin con la coreografia di Andrey Kaydanovskiy, e prosegue con Skrjabiniana, una delle pochissime coreografie rimaste completamente intatte del russo Kasyan Goleizovsky, nella ricostruzione coreografica di Ksenia Oyvental. Accanto a Polunin danzano Natalia Osipova, Igor Tsvirko, Egor Khromushin, Evgenia Savarskaya, Anastasia Goryacheva, Nina Kaptsova, Elena Solomianko, Alexei Lyubimov e Polina Podolskaya. La serata si chiude con Satori, brano che vede Sergei Polunin nelle vesti di coreografo oltre che di interprete, affiancato da Natalia Osipova, Alexey Lyubimov, Igor Tsvirko, Ljiliana Velimirov e Dorde Kalenic.

Presentando l’abbonamento a ParmaDanza o il biglietto dello spettacolo Project Polunin alla biglietteria del cinema Edison di Parma (Largo 8 marzo, 9B) si avrà diritto a una riduzione per la proiezione di Dancer, il film-documentario sulla vita di Polunin (5, 6 febbraio ore 21.00 e 7 febbraio ore 19.00).

ParmaDanza prosegue con Bella addormentata, rilettura in chiave contemporanea del grande classico di Tchaikovsky pensata da Diego Tortelli per la compagnia Junior Balletto di Toscana. Sullo sfondo delle strade trafficate di una metropoli, il coreografo immagina Aurora come il sogno ideale di uno scrittore solitario, la rappresentazione tanto perfetta quanto irrealizzabile dell’amore cui tutti aspiriamo. Lo spettacolo andrà in scena venerdì 23 febbraio alle ore 9.00 e alle ore 11.00 per le scuole (da sei anni) e sabato 24 febbraio alle ore 20.30 per il pubblico di ParmaDanza.

Sabato 7 aprile alle ore 20.30 e domenica 8 aprile alle ore 15.30 il Teatro Regio di Parma torna a ospitare Eleonora Abbagnato, étoile dell’Opéra di Parigi e direttrice del Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma. In scena Carmen, di Amedeo Amodio, nella produzione della Daniele Cipriani Entertainment.

Atteso ritorno a ParmaDanza, giovedì 10 maggio alle ore 20.30, anche per la Complexions Contemporary Ballet, compagnia statunitense famosa in tutto il mondo che ha fatto della mescolanza di linguaggi e culture la sua inconfondibile cifra stilistica. Il programma della serata, firmato dal coreografo e direttore artistico Dwight Rhoden, comprende Ballad Unto, Gone, Testament, Imprint/Maya, Ave Maria e Star Dust, quest’ultimo sulle musiche di David Bowie.

Due gli appuntamenti che vedono protagonista il Balletto di Milano: Cenerentola di Giorgio Madia, in scena giovedì 24 e venerdì 25 maggio alle ore 10.00 per le scuole e giovedì 24 maggio alle ore 20.30 per il pubblico di ParmaDanza, sulla musica di Gioachino Rossini, e Il lago dei cigni, con le coreografie di Teet Kask, in scena venerdì 25 maggio alle ore 20.30.

ParmaDanza si chiude venerdì 8 giugno con la Evolution Dance Theater e il suo Night Garden, spettacolo firmato da Anthony Heinl che unisce danza, arte e suggestive acrobazie.

  • Sergei Polunin in Satori © Tristram Kenton
    Sergei Polunin in Satori © Tristram Kenton