Home

Vicenza Danza XXII

Tra nuovo circo e repertorio classico

La nuova stagione del Teatro Comunale Città di Vicenza propone una programmazione di ampio respiro artistico e con importanti ospiti internazionali. Si parte il 25 novembre con il nuovo circo di Recirquel

22 Nov
2017
09:30
  • Il Ballet Nacional Sodre / Uruguay diretto da Julio Bocca in Don Chisciotte
    Il Ballet Nacional Sodre / Uruguay diretto da Julio Bocca in Don Chisciotte
  • I sei danzatori di Chicos Mambo in Tutu
    I sei danzatori di Chicos Mambo in Tutu
  • Il Victor Ullate Ballet in El Amor Brujo © Stephane Martinez
    Il Victor Ullate Ballet in El Amor Brujo © Stephane Martinez
  • La Rioult Dance New York in Views of the Fleeting World © Basil Childers
    La Rioult Dance New York in Views of the Fleeting World © Basil Childers
  • A Fury Tale di Cristiana Morganti
    A Fury Tale di Cristiana Morganti
Testata giornalistica online
Autore: 

Balletto.net
Registrazione Tribunale di Milano n. 263 del 07/09/2017
Direttore responsabile: Elisabetta Agrati 
Viale Regina Margherita 43, 20122 Milano (Italy) | P.IVA 04097780961

L’apertura della XXII edizione di Vicenza Danza, la stagione di danza del Teatro Comunale, è affidata quest’anno al circo contemporaneo della compagnia ungherese Recirquel, in tournée in Italia per la prima volta e a Vicenza in prima nazionale, quasi a voler sottolineare il livello internazionale e l’ampio respiro artistico della rassegna, che tra novembre e aprile spazierà dal nuovo circo al repertorio classico, dal contemporaneo al ballet en travesti. Sette gli spettacoli in programma, di cui tre in doppia data, con compagnie ospiti che arrivano da Ungheria, Uruguay, Francia, Canada, Stati Uniti, Spagna e Italia.

Appuntamento, quindi, sabato 25 novembre con Night Circus di Recirquel, compagnia fondata a Budapest nel 2012 dal coreografo Bence Vági con l’obiettivo di attualizzare la tradizione circense mitteleuropea innestandovi elementi di nouveau cirque. Un gruppo di giovani acrobati, che si alterneranno al trapezio, sulla fune e al palo cinese, accompagneranno lo spettatore in un affascinante viaggio notturno capace di coniugare tecnica ed eleganza.

Martedì 5 dicembre, in prima ed esclusiva nazionale, il BNS | Ballet Nacional Sodre / Uruguay diretto da Julio Bocca presenta un programma che riunisce brani tratti dal repertorio classico, il passo a due da Carmen e la Suite da Don Chisciotte, e creazioni contemporaneeSinfonietta di Jiří Kylián e Adagietto di Oscar Aráiz. In scena si potrà ammirare la prima ballerina Maria Riccetto che, a maggio, ha ricevuto il Premio Benois de la Dance come Miglior ballerina 2016.

Doppio appuntamento, il 16 e 17 dicembre, con lo Junior Balletto di Toscana diretto da Cristina Bozzolini. L’ensemble di giovani danzatori presenta una nuova produzione, Bella addormentata, con la drammaturgia e coreografia di Diego Tortelli.

La stagione prosegue, il 10 e 11 febbraio 2018, con Tutu, travolgente spettacolo creato nel 2014 per celebrare i vent’anni della compagnia Chicos Mambo. Con raffinata ironia i sei danzatori, travestiti da ballerine, portano in scena i brani più famosi e amati dal pubblico e oltre quaranta personaggi, dalle icone del balletto classico alle star della danza contemporanea, per un tributo alla danza divertente e ricco di colori.

Appuntamento da non perdere, martedì 6 marzo, con i Ballets Jazz Montréal, storica compagnia canadese guidata da Louis Robitaille. La serata si compone di tre brani che ben rappresentano lo stile contemporaneo della compagnia, esaltando allo stesso tempo la fisicità e le caratteristiche tecniche dei danzatori. Rouge, coreografia di Rodrigo Pederneiras, è un omaggio alla cultura dei Nativi, una riflessione sui sentimenti della fuga e della libertà che si accompagnano ai temi della migrazione. Si prosegue con O Balcão de Amor, dell’israeliano Itzik Galili, rivisitazione di un lavoro creato per il Balé da Cidade de São Paulo. Chiude la serata Kosmos del greco Andonis Foniadakis, che ha fatto dell’energia e della fisicità i tratti distintivi della sua cifra coreografica.

Martedì 13 marzo la Rioult Dance New York torna sul palco del Teatro Comunale di Vicenza con Serata Bach, omaggio alla musica del celebre compositore. Il programma, ideato per i vent’anni della compagnia, riunisce quattro coreografie create da Pascal Rioult tra il 2008 e il 2015: Views of the Fleeting World (Visioni di un mondo fugace), City, Polymorphous e Celestial Tides (Maree celesti).

Ultimo appuntamento, il 21 e 22 aprile, con il Victor Ullate Ballet che presenta una rivisitazione della coreografia di Victor Ullate El Amor Brujo / L’Amore Stregone, ispirata all’omonima opera di Manuel de Falla e dedicata al misticismo gitano.

Tra febbraio e maggio il Teatro Comunale ospita la rassegna Danza al Ridotto, dedicata alle nuove espressioni della danza. Accanto a Daniele Albanese, Manfredi Perego, Davide Valrosso e altri, spicca la presenza di Cristiana Morganti che, in Sala Grande, presenterà una nuova creazione, A Fury Tale.

Condividi: 
  • Ballets Jazz Montréal
    Ballets Jazz Montréal
×

Ti serve aiuto?
Consulta la Guida utente o Contattaci!

Accedi

User menu