DONIZETTI®into a RAVE

  • DONIZETTI®into a RAVE di Monica Casadei © Vincenzo Cerati foto 2017
    DONIZETTI®into a RAVE di Monica Casadei © Vincenzo Cerati foto 2017

DONIZETTI®into a RAVE

La Compagnia Artemis Danza a Faenza

Mercoledì 31 gennaio il Teatro Masini ospita la compagnia di Monica Casadei con l’ultimo capitolo del progetto dedicato alle figure femminili del melodramma

Articolo inviato da: Redazione il 23/01/2018 - 14:42

Dopo Tosca X, Carmen K, Traviata, la coreografa Monica Casadei prosegue la sua indagine dedicata alle figure femminili del melodramma con DONIZETTI® into a RAVE, ultimo capitolo del progetto Corpo d’Opera, in scena mercoledì 31 gennaio alle ore 21.00 al Teatro Masini di Faenza con la Compagnia Artemis Danza.

Al centro dello spettacolo c’è il delirio, inteso nel senso etimologico del termine: “uscire dal solco, perdere la retta via della ragione”. Un delirio che travolge i personaggi messi in scena da Monica Casadei, in particolare Anna Bolena e Lucia di Lammermoor, protagoniste di due celebri opere di Gaetano Donizetti. Sono loro a scandire il ritmo dello spettacolo, dando vita a due assoli potenti che racchiudono un momento centrale di “follia collettiva”.

In Delirio I Anna Bolena, l’eroina donizettiana è vittima innocente dei complotti della corte e delle accuse di adulterio: oppressa e inerme, fluttua in uno spazio sospeso, sommerso da visioni che travolgono la sua coscienza, catturate dal video di Fabio Fiandrini e dalle sculture di Pastore Bovina. La scena minimale del primo quadro lascia il posto alla frenesia del Delirio II Pazzi per progetto: la vicenda è ambientata in un manicomio in cui i personaggi si fingono pazzi per scoprire i tradimenti dei propri consorti e trasformano la follia in un gioco di specchi. Tra inganni ed equivoci, non si sa più chi sia pazzo e chi non lo sia. L’irruzione della musica elettronica di Luca Vianini e del collettivo Knobs nella partitura lirica amplifica questa atmosfera delirante. Dolore e follia sono i protagonisti di Delirio III Lucia di Lammermoor: allo stesso tempo vittima e carnefice, costretta a rinnegare il suo vero amore, Lucia toglie la vita prima allo sposo imposto da nozze forzate e poi, ormai pazza di dolore, a se stessa.