Home

Giselle al Teatro Sociale di Como

Nella rilettura di Itamar Serussi Sahar e Chris Haring

Sabato 7 aprile il Teatro Sociale di Como ospita il Balletto di Roma con una riscrittura di Giselle che unisce classico e contemporaneo

5 Apr
2018
11:49
  • Il Balletto di Roma in Giselle di Itamar Serussi Sahar e Chris Haring
    Il Balletto di Roma in Giselle di Itamar Serussi Sahar e Chris Haring
Testata giornalistica online

Balletto.net
Registrazione Tribunale di Milano n. 263 del 07/09/2017
Direttore responsabile: Elisabetta Agrati 
Viale Regina Margherita 43, 20122 Milano (Italy) | P.IVA 04097780961

Amore, tradimento, vendetta: sono questi i temi, contemporanei e universali, attorno ai quali i coreografi Itamar Serussi Sahar e Chris Haring hanno costruito la loro personale rilettura di Giselle, grande classico del balletto ottocentesco capace di parlare anche al pubblico di oggi. La creazione è stata commissionata nel 2016 dal Balletto di Roma per esaltare l’anima della compagnia, sospesa tra una formazione classica e un anelito contemporaneo che continuamente dialogano tra loro.

Sabato 7 aprile alle ore 20.30, Giselle arriva, dunque, al Teatro Sociale di Como preceduto da un incontro (alle ore 18.30, ingresso libero) con gli studenti del Liceo Musicale Teresa Ciceri di Como che introdurranno la serata con letture, arie e musiche dedicate al tema dell’amore.

Spogliato di ogni pretesa narrativa o pantomimica, il lavoro di Itamar Serussi Sahar e Chris Haring si concentra sugli elementi che testimoniano l’universalità della vicenda di Giselle. Amore e tradimento sono i temi esplorati nel primo atto attraverso la danza potente e carnale di Itamar Serussi Sahar, già danzatore della Batsheva Dance Company e ora resident choreographer per lo Scapino Ballet di Rotterdam. A Chris Haring, Leone d’Oro alla Biennale di Venezia del 2007 e coreografo della compagnia Liquid Loft, è affidato il secondo atto dove il desiderio di vendetta non è più solo desiderio di rivalsa di una donna nei confronti di un uomo ma si fa anch’esso universale.

I compositori Richard Van Kruysdijk e Andreas Berger hanno collaborato con i coreografi lavorando sulla partitura originale di Adolphe Adam per renderla più contemporanea. La drammaturgia è stata affidata a Peggy Olislaegers, coordinatrice del team creativo.

Biglietti da 16 a 33 euro (più prevendita).

Condividi: 
×