Home

La Carmen di Jiří Bubeníček

Nuova creazione per l’Opera di Roma

Dal 2 al 10 febbraio, gli artisti dell’Opera di Roma si misurano con una nuova creazione del coreografo ceco Bubeníček, per una Carmen che guarda alla novella di Mérimée

28 Gen
2019
16:07
  • Rebecca Bianchi e Amar Ramasar in Carmen © Yasuko Kageyama
    Rebecca Bianchi e Amar Ramasar in Carmen © Yasuko Kageyama
  • Il coreografo Jiří Bubeníček con Amar Ramasar, Claudio Cocino, Rebecca Bianchi e Alessio Rezza © Yasuko Kageyama
    Il coreografo Jiří Bubeníček con Amar Ramasar, Claudio Cocino, Rebecca Bianchi e Alessio Rezza © Yasuko Kageyama
  • Alessio Rezza, Rebecca Bianchi, Amar Ramasar e Claudio Cocino sono tra i protagonisti di Carmen © Yasuko Kageyama
    Alessio Rezza, Rebecca Bianchi, Amar Ramasar e Claudio Cocino sono tra i protagonisti di Carmen © Yasuko Kageyama
Testata giornalistica online

Balletto.net
Registrazione Tribunale di Milano n. 263 del 07/09/2017
Direttore responsabile: Elisabetta Agrati 
Viale Regina Margherita 43, 20122 Milano (Italy) | P.IVA 04097780961

Da sabato 2 a domenica 10 febbraio, va in scena in prima mondiale al Teatro dell’Opera di Roma Carmen, nella rilettura del danzatore e coreografo ceco Jiří Bubeníček che, in un ritorno alle origini letterarie di questo balletto, rimanda direttamente alla novella di Prosper Mérimée, composta nel 1845. Il racconto, infatti, si differenzia dall’opera di Bizet: tra i personaggi, non c’è Escamillo, qui sostituito da Lucas, così come non c’è Micaela la donna-angelo, contraltare di Carmen donna-diavolo. È presente, invece, la figura di Garcia, marito di Carmen.

A differenza di altri coreografi che si sono confrontati con la vicenda di Carmen, Bubeníček decide di affiancare alle celebri note di Georges Bizet le musiche di Manuel de Falla, Isaac Albéniz, Mario Castelnuovo-Tedesco e del maestro compositore Gabriele Bonolis che, su indicazione del coreografo, ha elaborato e orchestrato tutte le partiture musicali.

Innovativa anche l’ambientazione scenografica di Gianni Carluccio, che permetterà ai protagonisti della storia e al pubblico di viaggiare in un tempo narrativo fatto di flashback e flashforward supportati da proiezioni e disegni di luce. I costumi sono di Anna Biagiotti.

Carmen è interpretata dall’étoile Rebecca Bianchi e dalla prima ballerina Susanna Salvi. Don José dall’artista ospite Amar Ramasar, già principal dancer del New York City Ballet, e dal primo ballerino Claudio Cocino. Lucas è interpretato dal primo ballerino Alessio Rezza e dal solista Michele Satriano. Il personaggio di Garcia è interpretato dal primo ballerino Claudio Cocino e da Gaetan Vermeulen. Dirige l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma il Maestro Louis Lohraseb.

Eleonora Abbagnato, direttrice del Corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma, ha dichiarato: «È un onore avere accanto a me un grande artista, interprete strepitoso e giovane coreografo di successo, come Bubeníček, e presentare la sua Carmen, nuova creazione e nuovo allestimento del Teatro dell’Opera di Roma in prima mondiale al Teatro Costanzi. Interpretare questi personaggi è per la nostra compagnia una grande opportunità di crescita. Avere poi con i nostri talenti, l’artista ospite Amar Ramasar per due mesi in sala è un vero regalo».

 

Prima rappresentazione: sabato 2 febbraio ore 20.00.
Repliche: domenica 3 ore 16.30; martedì 5 ore 20.00; mercoledì 6 ore 20.00; giovedì 7 ore 11.00 (scuole) e 20.00; venerdì 8 ore 20.00; sabato 9 ore 15.00 e 20.00; domenica 10 ore 16.30.

Condividi: 
×