La Scala ricorda Rudolf Nureyev

BOLSHOI BALLET ACADEMY

La Scala ricorda Rudolf Nureyev

Quattro serate con Zakharova, Bolle e grandi artisti ospiti

Nell’ottantesimo anniversario della nascita di Rudolf Nureyev, il Corpo di Ballo scaligero e le stelle internazionali del balletto ricordano l’artista con quattro serate di grande danza

Articolo inviato da: Elisabetta il 17/05/2018 - 10:30

Nel 2018 si celebrano due anniversari importanti legati a Rudolf Nureyev: ottant’anni dalla nascita, a Irkutsk il 17 marzo del 1938, e venticinque dalla scomparsa, a Levallois-Perret il 6 gennaio del 1993. Una vita avventurosa la sua e una straordinaria carriera, come danzatore e come coreografo, destinata a lasciare un segno nella storia della danza. Una carriera profondamente legata al Teatro alla Scala che, fin dalla sua prima apparizione nel 1965, accanto a Margot Fonteyn in Romeo e Giulietta, poté applaudire memorabili interpretazioni e geniali creazioni.

Il Teatro alla Scala rende omaggio, dunque, all’artista con Serata Nureyev: quattro serate, il 24, 25, 26 e 29 maggio, che ripercorreranno i ruoli che Nureyev ha reso indimenticabili. In scena, accanto ai danzatori del Corpo di Ballo scaligero, ci saranno le étoile Svetlana Zakharova e Roberto Bolle e i guest internazionali Marianela Nuñez e Vadim Muntagirov, entrambi Principal del Royal Ballet, e Germain Louvet, étoile dell’Opéra di Parigi.

Il programma si apre con il terzo atto da La bella addormentata nel bosco, su musiche di Tchaikovsky, con la coreografia di Rudolf Nureyev ripresa da Monique Loudières e Florence Clerc. Svetlana Zakharova interpreta la principessa Aurora mentre Germain Louvet vestirà i panni di Desiré.

A seguire, uno dei titoli più amati di Nureyev, Don Chisciotte, che tornerà in scena al Teatro alla Scala dal 10 al 18 luglio. In occasione di Serata Nureyev, Marianela Nuñez e Vadim Muntagirov interpreteranno il Grand Pas de deux dal terzo atto.

Chiude il programma Apollo di George Balanchine su musiche di Stravinskij. A interpretare il ruolo del titolo sarà l’étoile Roberto Bolle affiancato dalle tre muse, le tre prime ballerine scaligere Nicoletta Manni (Tersicore), Martina Arduino (Polimnia) e Virna Toppi (Calliope).

L’intero ricavato della Prima di Serata Nureyev, il 24 maggio, serata straordinaria del Teatro alla Scala a favore della Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus, sarà devoluto all’Ospedale pediatrico NPH Saint Damien, struttura d’eccellenza che ogni anno assiste 80mila bambini nella poverissima Haiti.

Foto di copertina: Rudolf Nureyev al Teatro alla Scala © Lelli e Masotti