Capriccio Espagnol

Promozione scuole

Capriccio Espagnol

Articolo inviato da: Marino il 08/11/2002 - 21:50
4 MAGGIO 1939
THEATRE DE MONTE CARLO - Ballet Russe de Monte Carlo
balletto in una scena
cor. Leonide Massine in collabor. con Argentinita; mus. Nikolai Rimsky-Korsakoff; scena e cost. Mariano Andreù


Il balletto non ha una narrazione precisa, ma si articola come una festa di ambientazione spagnola in una cittadina della castiglia, alla quale partecipa una folla di contadini e hidalgos per assistere a cinque danze ispirate a personaggi specififici: una gitana, che predice la sorte, un giovane gitano, una ragazza di campagna, un contadino.

Seguendo lo spartito, la coreografia propone: una Alborada, danza tipica della Galizia; una Seguedilla, ispirata ai dipinti di Goya; una Alborada sotto forma di danza comica tipica della Spagna del nord; una danza che combina bolero, buleria, panadero; un fandango delle Asturie.

La scenografia utilizzata era stata concepita per Jota Aragonesa di Fokine.

Irina Borowska e Victor Moreno in Capriccio Espagnol



Marino Palleschi